Sei in Gweb+

Fornovo

Addio a Grenti, il re dei tubi di cemento

01 giugno 2021, 05:01

Addio a Grenti, il re dei tubi di cemento

Si sono tenuti nella Pieve di Fornovo i funerali di Arnaldo Grenti, scomparso all’età di 83 anni. Fornovese del sasso, Arnaldo era nato ai Provinciali e fino alla fine tutte le sue attività, come la residenza, si erano mantenute nel paese di origine e nelle frazioni.

Con lui se n’è andata infatti una figura simbolo della storia commerciale e imprenditoriale di Fornovo, uno dei rappresentanti di quella cultura del lavoro fatta di ingegno, spirito di sacrificio e soprattutto di relazioni di amicizia e rispetto con il prossimo. Il carattere intraprendente Grenti l'aveva dimostrato fin da giovanissimo, a 14 anni, quando aveva aperto con la sorella un negozio di frutta e verdura nel centro storico, bottega che al venerdì vendeva anche il pesce, ed era proprio Arnaldo che andava in treno a La Spezia, a rifornirsi. Aveva sempre voluto avere un mestiere autonomo e così è stato.

Con il padre Giacomo ed il fratello Aldo aveva avviato la rivendita di materiali per l’edilizia, lungo via Roma, che comprendeva anche un impianto per la manifattura di tubi di cemento: un’attività che poco alla volta si era ingrandita al punto che la clientela arrivava non solo da Fornovo e aree limitrofe ma da tutte le vallate, come hanno testimoniano i numerosi attestati di cordoglio alla famiglia, arrivati in questi giorni da Fornovo ma anche da tante località della provincia.

L’azienda, mantenendo il centro amministrativo e commerciale in paese, aveva poi avuto una doppia sede, quando, con la crescita dell’attività, non era più sostenibile il movimento di mezzi pesanti lungo via Roma, con il magazzino e deposito materiali trasferito nella zona di Respiccio, a seguito dell’acquisto di un’area.

Dal 1989 l’azienda era diventata quindi a gestione familiare, fino ai problemi di salute che hanno costretto Arnaldo al ritiro. Oltre alla famiglia e al lavoro Grenti coltivava la passione venatoria: faceva infatti parte di una squadra caccia al cinghiale, un altro «bacino» di amicizie che andava ad aggiungersi alle tante relazioni, fatte di convivialità, generosità e aiuto reciproco che lo avevano accompagnato per tutta la vita.

Arnaldo che lascia la figlia Emanuela, sindaco di Fornovo dal 2009 al 2019, con Claudio, gli adorati nipoti Federica e Filippo ed il fratello Aldo. Do.C.