Sei in Gweb+

Fidenza

Maltrattamenti e lesioni in famiglia, poi le liti con i vicini: arrestato per la terza volta

16 luglio 2021, 05:04

Maltrattamenti e lesioni in famiglia, poi le liti con i vicini: arrestato per la terza volta

Mentre si trovava agli arresti domiciliari per maltrattamenti in famiglia e per lesioni, ha violato le prescrizioni del giudice e in più ha litigato anche con i vicini di casa: così per la terza volta è stato arrestato dai carabinieri.

Un quarantenne si trovava agli arresti domiciliari, per una precedente condanna per una serie di maltrattamenti in famiglia ed era già stato arrestato altre due volte dai carabinieri di Fidenza. Nell’ ultimo periodo, il quarantenne ha violato le prescrizioni che gli erano state imposte dal giudice, il quale, in seguito alle segnalazioni dei carabinieri, ha disposto la prosecuzione della pena fra le mura carcerarie. Questo dopo avere accertato che l’uomo ha dimostrato di non avere l’autocontrollo necessario a scontare gli arresti in regime meno afflittivo, nella propria abitazione. Ad aggravare la sua posizione, anche le liti continue con i vicini di casa, a dimostrazione della sua indole particolarmente violenta. Insomma un soggetto, non in grado, di avere il controllo necessario, per rimanere a scontare la pena nel proprio domicilio.

Per lui è quindi scattato il terzo arresto. E probabilmente questa volta dovrà rimanere a scontare la pena fra le mura non proprio amiche di casa. Negli ultimi mesi sono stati diversi i casi di maltrattamenti familiari in città, che hanno visto l’ intervento dei carabinieri. L’ultimo ha visto protagonisti due ex: lui agli arresti domiciliari e lei, la sua ex compagna, che era andata a trovarlo a casa sua. Da quando la loro relazione sentimentale era finita, parecchi mesi fa, i due quarantenni di Fidenza avevano intrapreso un percorso di riavvicinamento, tentativi che, immancabilmente, finivano ogni volta, in violenza.

Durante la notte, i militari del Nucleo radiomobile della Compagnia carabinieri di Fidenza, erano andati a controllare il rispetto dei vincoli, come ogni giorno, trovando il quarantenne regolarmente in casa. Con grande sorpresa, però, poco prima di allontanarsi, i militari erano stati raggiunti dalla sua ex, nascosta in casa nonostante i divieti. La donna era apparsa spaventata e mostrava chiari segni di percosse subite, tumefatta e dolorante. Così si era affidata ai carabinieri, che l’avevano accompagnata al Pronto soccorso, dove era stata medicata e dimessa con una prognosi di quattordici giorni. Di fronte a questo, ennesimo, atto di violenza e all’ incuranza delle disposizioni dell’autorità, i carabinieri avevano arrestato l’uomo con l’accusa di lesioni, maltrattamenti e inosservanza delle prescrizioni restrittive.

I carabinieri ritengono fondamentale sensibilizzare tutti, sulla piaga dei maltrattamenti familiari, invitando a denunciare o segnalare episodi di violenza.

r.c.

 

Mentre si trovava agli arresti domiciliari per maltrattamenti in famiglia e per lesioni, ha violato le prescrizioni del giudice e in più ha litigato anche con i vicini di casa: così per la terza volta è stato arrestato dai carabinieri. Un quarantenne...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal