Sei in Gweb+

Terenzo

Il consiglio vota no al raddoppio della discarica di monte Ardone

24 luglio 2021, 05:01

Il consiglio vota no al raddoppio della discarica di monte Ardone

Valentino Straser

Il consiglio comunale di Terenzo, con sette voti favorevoli, uno contrario e un astenuto, si è detto contrario al raddoppio della discarica di Monte Ardone. La mozione, presentata dal consigliere di maggioranza Arnaldo Agostini, è stata discussa nella recente seduta consiliare suscitando un confronto serrato fra la maggioranza e l’opposizione. Il dibattito si è generato a seguito della richiesta da parte di Palladio Team Fornovo srl, indirizzata al Comune di Fornovo Taro, per il passaggio «del volume di corpo rifiuti speciali provenienti dall’intero territorio nazionale – come riporta la mozione discussa in sede consiliare - dai 300mila metri cubi ad un totale di 703mila metri cubi, da conferire presso la discarica di Monte Ardone». Il consiglio comunale, oltre a non accettare l’istanza di ampliamento al raddoppio della discarica, ha chiesto all’Amministrazione regionale «di passare in modo rapido alla fase di chiusura, mettendo in atto, con gli altri enti coinvolti, tutte le misure per il controllo della tutela dell’ambiente». Una scelta, ha spiegato il primo cittadino Danilo Bevilacqua, dettata dalla difesa del territorio da parte di un Comune orientato «verso una politica di salvaguardia ambientale sotto tutti i livelli, dai boschi alle strade, dalle produzioni di legname alla riqualificazione dell’Ambiente».

Di tutt’altro registro è stato l’intervento del consigliere di opposizione, Johann Sebastian Marzani, che ha affrontato il delicato tema dello smaltimento dei rifiuti e dell’ampliamento della discarica di Monte Ardone, specificando che non si tratta di rifiuti tossici o speciali, ma «inerti», cioè che non possono essere riciclati. Marzani, al momento del voto, ha poi lasciato l’aula consiliare, motivato da un rapporto di natura professionale con un fornitore della Società Palladio, gestore della Discarica di Monte Ardone. Invece, sia il vice sindaco di Terenzo, Emiliano Caraboni, sia il consigliere Arnaldo Agostini, hanno ribadito la loro contrarietà all’ampliamento della discarica ed espresso preoccupazione per le potenziali ripercussioni sull’ambiente e per una scelta del Comune «a indirizzo ambientalistico, avendo Terenzo aderito, fra gli altri, al progetto Mab Unesco per la gestione del territorio, la conservazione dell’ecosistema, della biodiversità e l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali a beneficio delle comunità locali».

 

 

Valentino Straser Il consiglio comunale di Terenzo, con sette voti favorevoli, uno contrario e un astenuto, si è detto contrario al raddoppio della discarica di Monte Ardone. La mozione, presentata dal consigliere di maggioranza Arnaldo Agostini, è...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal