Sei in Gweb+

Piazza della Pace

«No al far west, basta degrado e inciviltà»

26 luglio 2021, 05:04

«No al far west, basta degrado e inciviltà»

L'ennesima estate all'insegna della inciviltà fra le arcate della Pilotta e strada Garibaldi. Il degrado è sempre protagonista in questa zona centralissima di Parma ed il confronto politico sul tema si fa acceso.

«Nonostante i proclami e le promesse dell’amministrazione circa la volontà di contrastare il fenomeno, non si vedono i risultati. Parma è terra di nessuno”. È l'affondo di Emiliano Occhi, consigliere regionale e capogruppo in consiglio comunale della Lega. L'attacco alla Giunta Pizzarotti è fin troppo chiaro, rea, dice sempre l'esponente del Carroccio, «di non essere stata in grado di reagire al fenomeno del vandalismo o, almeno, di porre in atto delle azioni per contrastarlo».

«Il problema c'è, non lo si può negare» ammette Cristian Salzano, capogruppo in consiglio comunale di Effetto Parma, che sottolinea «l'implementazione del servizio di raccolta rifiuti, l'aumento dei cestini e, ultimo, il servizio di vigilanza privata. Ma il problema del vandalismo e della inciviltà purtroppo non riguarda solo piazza della Pace e, in generale, Parma. Penso ci sia un generale disamoramento della cosa pubblica e su questo dovremmo discutere».

«In queste ore dibatteremo in consiglio la salvaguardia di bilancio e fra le voci ce n'è una pari a oltre 250mila euro per la sistemazione degli spazi giochi dei bimbi - conclude Salzano - In città ci si arrabbia per il degrado, sul dopo, ma non si combatte il prima. Ma nonostante tutto questo, sarebbe sbagliato impedire l'uso di piazza della Pace».

«Il tema non è stato risolto con la sistemazione della piazza a dimostrazione come i luoghi vadano sì sistemati ma anche curati», sottolinea invece Fabrizio Pezzuto, consigliere comunale di Parma Unita, che però allarga l'orizzonte del dibattito chiedendo «una riflessione seria sullo svago giovanile e sui posti di aggregazione in questa città, riflessione che onestamente non ho visto in questi ultimi anni. Si sono messe pezze qua e là senza mai una visione reale della geografia dello svago e delle attività dei giovani».

Concetti che ribadisce anche Caterina Bonetti, consigliera comunale del Partito Democratico. «Da una parte c'è sicuramente un discorso di gestione dell’ambito ricreativo fra giovani e giovanissimi - sottolinea l'esponente Pd - Questo non vuole dire giustificare la maleducazione e l'inciviltà, ma a Parma questa questione non è stata risolta. In tutti i quartieri ci sono ragazzi che bivaccano, in centro il fenomeno si acuisce anche perché, ormai, questo spazio è stato lasciato ai giovani, in particolare a quelli che hanno meno disponibilità economica e che non possono permettersi di consumare al bar o nei locali. Ci sono pochi spazi autogestiti, come ad esempio il centro giovani del Montanara».

Torna a parlare di degrado, sicurezza, igiene e soprattutto di mancanza dei servizi igienici Vincenzo Siennica, consigliere Ccvc Parma Centro che aggiunge come «siano state avanzate richieste di prevenzione e repressione per il centro storico ma oltre ad essere tardive sono inesistenti. Tutto inascoltato». A nome dei Comitati Parma in Centro e Cittadella per Parma prende posizione invece Giampaolo Lavagetto. «Da anni, con petizioni e interventi, denunciamo inascoltati una situazione di degrado crescente in alcune aree della città, proponendo soluzioni mirate ed efficaci, rimarcando che la tutela della sicurezza urbana è per legge demandata ai sindaci» spiega Lavagetto che aggiunge come «a scadenza di mandato, con un gravoso ritardo di anni, leggiamo annunci dell'amministrazione comunale che riprendono quanto da noi auspicato. Speriamo non si tratti solo di promesse da campagna elettorale».

Ultimo attacco all'amministrazione da Laura Cavandoli, parlamentare e consigliere comunale della Lega, che parla di «far west di piazza della Pace, vittima di una “riqualificazione” che lo ha sequestrato per 2 anni e mezzo ed è costata ai parmigiani oltre 2 milioni di euro. Spaccio, risse, rapine, bivacchi, aggressioni, rifiuti e deiezioni, raramente di provenienza canina, sono il benvenuto a chi arriva a Parma in treno o parcheggia in centro, e lo spettacolo mattutino per i parmigiani che vivono o frequentano la zona».

«Più volte in consiglio comunale ho invitato la giunta ad occuparsene sia per le oggettive problematiche di sicurezza sia per la quantità di rifiuti che restano per terra ogni mattina e che richiedono interventi sempre più importanti - conclude Laura Cavandoli - Più volte la giunta ha annunciato l’istituzione del vigile di quartiere: dopo tanti anni di abbandono, temo non ne basterebbe un esercito».

Giuseppe Milano

 

 

L'ennesima estate all'insegna della inciviltà fra le arcate della Pilotta e strada Garibaldi. Il degrado è sempre protagonista in questa zona centralissima di Parma ed il confronto politico sul tema si fa acceso. «Nonostante i proclami e le promesse...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal