Sei in Gweb+

EMERGENZA CASA

Fondo per gli affitti, in un anno domande cresciute del 50 per cento

03 agosto 2021, 05:06

Fondo per gli affitti, in un anno domande cresciute del 50 per cento

Nell'ultimo anno sono cresciute del cinquanta per cento le domande per accedere al Fondo Affitto, il bando rivolto alle famiglie che faticano a pagare il canone di locazione della propria abitazione.

E' quanto emerso ieri pomeriggio durante la seduta della commissione consiliare sui Servizi sociali, in cui si è parlato di emergenza abitativa.

Laura Rossi, assessore al Welfare, ha illustrato i dati relativi ai contributi erogati dal Comune. Con lei anche Italo Tomaselli, direttore di Acer (Azienda casa Emilia Romagna). Il Fondo Affitto per il Distretto di Parma lo scorso anno si è chiuso con la presentazione di 2.016 domande. Quelle ritenute valide sono state 1.715, di cui 1.543 relative al comune di Parma e 172 da altri comuni. Le domande soddisfatte sono invece poco più di 350 (343 di Parma) attraverso l'erogazione di 1 milione e 570 mila euro. «Per dare risposta a tutte le richieste sarebbero serviti oltre 5 milioni di euro - ha precisato l'assessore Rossi -. La nostra speranza è che le tante persone in graduatoria abbiamo ripresentato la domanda nel bando di quest'anno e possano essere soddisfatte».

Le domande ricevute per il Fondo Affitto di quest'anno sono 3.016, mille in più rispetto allo scorso anno. Quelle escluse sono già 367, ma dovrebbero aumentare ulteriormente al termine di una serie di controlli accurati. «Per rispondere a tutti sarebbero necessarie risorse per oltre 3,2 milioni di euro - ha affermato Laura Rossi - al momento invece abbiamo a disposizione 380mila euro (a cui si aggiungono 127mila euro per gli studenti universitari). L'impegno dell'Amministrazione è quello di garantire ulteriori risorse al fondo. Valuteremo inoltre se destinare parte dell'avanzo di bilancio».

Per quanto riguarda la morosità incolpevole e la rinegoziazione dei canoni il problema è inverso: il Comune non riesce a spendere gran parte delle risorse che ha a disposizione. «Per la morosità incolpevole - ha sottolineato l'assessore Rossi - sono disponibili oltre 500mila euro e ne sono stati erogati soltanto 29mila. Per la rinegoziazione sugli oltre 300mila euro a disposizione, ne sono stati spesi 28mila. Si tratta di strumenti fondamentali di prevenzione difficilmente utilizzabili (ad esempio l'accesso alla morosità incolpevole può avvenire soltanto dopo che è stato avviato lo sfratto) per i meccanismi che li regolano e anche per la scarsa disponibilità dei proprietari di case». Sono infine intervenuti i consiglieri Cristina Di Patria (Effetto Parma), Daria Jacopozzi (Partito Democratico) e Giuseppe Massari (Parma Protagonista).

Luca Molinari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nell'ultimo anno sono cresciute del cinquanta per cento le domande per accedere al Fondo Affitto, il bando rivolto alle famiglie che faticano a pagare il canone di locazione della propria abitazione. E' quanto emerso ieri pomeriggio durante la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal