Sei in Gweb+

Dopo Tokyo

Sara Fantini torna a casa: «Grazie a tutti, ma basta campanilismi, sono metà fidentina e metà salsese»

08 agosto 2021, 05:03

Sara Fantini torna a casa: «Grazie a tutti, ma basta campanilismi, sono metà fidentina e metà salsese»

Sara Fantini, fresca di Olimpiadi, è rientrata da Tokyo, venerdì sera: a prenderla all’aeroporto la mamma Paola, mentre il papà Corrado l’ha accolta a casa con tanto di striscioni.

Prime parole: «In tanti hanno tifato per me, fidentini, salsesi e in proposito voglio mettere d’accordo tutti: sono per metà fidentina e per metà salsese. Non c’è bisogno di campanilismi. Lo sport deve solo unire non dividere. Quindi per buona pace di tutti, un cinquanta per cento borghigiana e per l’altro cinquanta salsese».

Ieri mattina, l'olimpionica, fresca come una rosa, era già in giro per la città e in tanti le hanno fatto i complimenti. Compresa la nonna: «Per me sei la più brava del mondo». Lei ha ringraziato tutti col suo bel sorriso aperto.

Sara, 23 anni, è arrivata in finale nel lancio del martello, alle olimpiadi di Tokyo, piazzandosi alla dodicesima posizione nella finale. «Un’esperienza a dir poco fantastica – ha detto Sara – e non è facile descrivere le emozioni che si provano in quei momenti. È vero, abbiamo gareggiato in uno stadio vuoto, ma l’emozione era pur sempre alle stelle. Causa il covid, non c’era nessuna distrazione e quindi eravamo tutti ancora più concentrati su quelli che erano i nostri obiettivi da raggiungere. Si respirava un’atmosfera indescrivibile e poi sapevo che da casa, erano tutti lì, per vedermi in azione. E li sentivo tutti vicino».

L’atleta è stata molto soddisfatta del suo risultato: «Sono strafelice di quanto ho fatto, come del resto di quello che hanno fatto anche tutti gli altri italiani. Tutti abbiamo dato il meglio di noi stessi. Sono molto orgogliosa di avere fatto parte della rappresentativa italiana. Stupenda e magica Italia».

Sara ha ringraziato tutte le persone che a vario titolo le hanno fatto sentire il loro affetto e la loro vicinanza.

Per tutta la settimana, Sara si allena al Centro sportivo carabinieri di Bologna, mentre nel fine settimana al campo Ballotta e nella palestra della Fulgor. Adesso per due settimane, l’atleta si godrà due settimane di vacanza.

«Andrò in Francia, toccando Parigi, la Normandia e altro. Poi al ritorno, a settembre, mi attendono altri impegni e quindi la ripresa dell’attività invernale».

s.l.

 

 

Sara Fantini, fresca di Olimpiadi, è rientrata da Tokyo, venerdì sera: a prenderla all’aeroporto la mamma Paola, mentre il papà Corrado l’ha accolta a casa con tanto di striscioni. Prime parole: «In tanti hanno tifato per me, fidentini, salsesi e in...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal