Sei in Gweb+

Traversetolo

Il falconiere Cavozza tenta di recuperare il suo avvoltoio ma cadono dal tetto: fratture per entrambi

17 agosto 2021, 05:07

Il falconiere Cavozza tenta di recuperare il suo avvoltoio ma cadono dal tetto: fratture per entrambi

Traversetolo L’amore per i suoi rapaci poteva costare davvero caro a Marco Cavozza, 74enne falconiere traversetolese conosciuto in tutta Europa per la sua abilità nell’addestramento e, soprattutto, per aver avuto l’intuizione, ormai trent’anni fa, di «sfrattare» gli uccelli dannosi o pericolosi da edifici di pregio e strutture pubbliche sfruttando il volo di rapaci istruiti ad incutere timore nelle potenziali prede.

Domenica mattina, Cavozza si trovava nella suo «parco rapaci» di Guardasone e, come ogni giorno, voleva approfittare delle ore più fresche del giorno per far «sgranchire le ali» ai suoi preziosi volatili. Ma questa volta qualcosa è andato storto, e a farne le spese è stato proprio il falconiere. Dalle prime frammentarie ricostruzioni, sembra che Acheron - il raro esemplare di avvoltoio himalayano che da oltre dieci anni vive con Cavozza – a un certo punto abbia deciso di posarsi sul tetto di uno dei capanni della struttura e sia probabilmente rimasto disorientato o addirittura impigliato sulla copertura. Un bel guaio, soprattutto perché la temperatura era in aumento e, cercando di liberarsi, il rapace avrebbe potuto farsi male seriamente. Al di là del valore economico dell’animale – che comunque si aggira intorno ai 20mila euro – la preoccupazione di Cavozza è stata quella di aiutare il suo «amico» e, senza pensarci due volte, si è arrampicato sul tetto per aiutarlo a scendere.

Avvicinato Acheron, probabilmente agitato per la disavventura occorsagli, ha cercato di farlo scendere ma in quel momento è successo l’imprevedibile: un movimento brusco dell’animale, che pesa una dozzina di chili e ha un’apertura alare di oltre due metri, ha fatto perdere l’equilibrio al falconiere ed entrambi sono precipitati al suolo con un volo di circa quattro metri. Fortunatamente Cavozza non era solo nell’ampio spazio di Guardasone e la macchina dei soccorsi è scattata immediatamente. Il falconiere è stato trasportato d’urgenza al Maggiore di Parma: fortunatamente, i traumi e riportati a seguito della caduta si sono rivelati meno gravi di quanto la dinamica dell’incidente avrebbe potuto suggerire e se la caverà con una prognosi di 40 giorni. Meno bene è andata ad Acheron: nella caduta l’avvoltoio si è fratturato una zampa e ieri mattina è stato portato in un centro veterinario specializzato per una valutazione clinica del danno. Nei prossimi giorni dovrà subire una delicata operazione che prevede l’inserimento di alcune placche per fissare l’osso spezzato e poi, se tutto andrà per il meglio, gli toccherà un lungo periodo di riabilitazione.

Chiara De Carli

 

Traversetolo L’amore per i suoi rapaci poteva costare davvero caro a Marco Cavozza, 74enne falconiere traversetolese conosciuto in tutta Europa per la sua abilità nell’addestramento e, soprattutto, per aver avuto l’intuizione, ormai trent’anni fa,...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal