Sei in Gweb+

Calcio serie B

Parma, la squadra è fatta

02 settembre 2021, 05:05

Parma, la squadra è fatta

Chiuso finalmente il mercato, alla squadra così formata non resta che abbassare la testa e pedalare mentre i tifosi dovranno pazientare qualche mese a sentenziare i loro voti all'operato di Krause, Ribalta e Pederzoli.

Parlare adesso sarebbe solo dare aria alla bocca perché il folto gruppo di giovanotti arrivato in gialloblù va valutato alla prova del campo, non del sentito dire o di qualche nudo numerino in termini di gol e presenze.

E visto che ora i giovani sono molti più dei veterani, la riuscita della «green revolution» dipenderà dalla loro crescita e capacità di adattarsi (sono quasi tutti stranieri) al nostro calcio.

Tavares non arriva
La notizia del giorno è che, contrariamente a quanto da più parti (ma non dal club né dai tweet di Krause) annunciato Sidnei Tavares, centrocampista portoghese svincolatosi dal Leicester, non viene più al Parma perché ha firmato per il Porto. Nello stesso tempo Karamoh non era abbastanza qualificato, pare, per avere il permesso di lavoro in Gran Bretagna e quindi potrebbe saltare anche il suo passaggio in prestito allo Sheffield United.

Gli esuberi: una risorsa?
Se per i vari Coulibaly, Correia etc bisognerà attendere il campo è già chiara invece la valutazione di una serie di giocatori rimasti al palo: Sepe, Laurini, Sprocati e Siligardi sono da luglio fuori rosa mentre nel limbo appare la posizione di Simone Iacoponi. Quest'ultimo ha svolto il lavoro sempre con la squadra ma ha fatto solo panchina e poi contro il Benevento è finito in tribuna. Ora si dà il caso che nella stessa partita Osorio si sia storto in modo serio una caviglia e debba stare fuori almeno qualche settimana: la logica indurrebbe a pensare che, vista la sua permanenza, Iacoponi possa tornare in gruppo già da domani. Ma ignorando le cause che hanno portato all'ostracismo nei confronti suoi e degli altri reietti riesce difficile ipotizzare gli sviluppi futuri. Per noi adesso, visto che li si paga, potrebbero tutti tornare utili, tanto più che il ringiovanimento operato in sede di mercato lascia ampi spazi nella lista degli over: se ne possono inserire 18 e il Parma ne ha solo 11, mentre Iacoponi verrebbe considerato giocatore bandiera dopo oltre quattro stagioni al Parma. Le alternative al reintegro dei fuori rosa sono due: o quattro mesi in freezer o l'accordo per la rescissione e il ricollocamento come svincolati. Si procederà prevedibilmente caso per caso.

Giovani e punti
Per le sentenze è presto, ma le sensazioni ci sono già. Il Parma ha il potenziale per centrare il suo obiettivo ma il progetto Krause è a lungo termine. Ora starà a Maresca (ma anche ai vari Buffon, Vazquez, Schiattarella e Danilo) provare a coniugare l'esigenza di far maturare i tanti giovani con quella di portare a casa i punti. I tre fatti con il Benevento non devono illudere: potevano essere zero se Moncini al 96' avesse servito Improta invece di smozzicare il tiro. Giusto assorbire positività ed entusiasmo dalla prima vittoria ma senza perdere la consapevolezza di quanto sarà duro il cammino. In questo senso bene ha fatto Krause a piegare la testa di fronte alle pressanti richieste dei suoi dirigenti di irrobustire in esperienza la rosa. Con l'eccezione di Buffon, gli prudono le mani a firmare contratti con giocatori over 30 ma si renderà conto presto che questi sono il lievito nella sua torta.

Dubbio a sinistra
Se un dubbio ci resta, di fronte alla rosa così com'è, è che nel ruolo di terzino sinistro, partiti Pezzella, Ricci e Gagliolo, c'è poca scelta.

La variabile più inquietante resta però quella degli infortuni. Nel giorno del trionfale ritorno in campo di Mihaila si sono fermati Camara e Osorio. Negli ultimi anni è stato un calvario e certe volte D'Aversa non sapeva più come mettere insieme una formazione. Migliorare sotto questo aspetto potrà essere decisivo e forse l'età media decisamente più bassa aiuterà.

Fattore Inglese
C'è poi un altro fattore che quest'anno potrebbe essere determinante ed è il rendimento di Inglese. Stesse globalmente bene potrebbe fare la differenza in parecchie partite. Centravanti così in B ce ne sono davvero pochi.

Paolo Grossi

Chiuso finalmente il mercato, alla squadra così formata non resta che abbassare la testa e pedalare mentre i tifosi dovranno pazientare qualche mese a sentenziare i loro voti all'operato di Krause, Ribalta e Pederzoli. Parlare adesso sarebbe solo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal