Sei in Gweb+

POLEMICA

Lesignano, sindaco contestato al cippo

04 settembre 2021, 05:05

Lesignano, sindaco contestato al cippo

Lesignano Sta circolando in queste ore un video che riporta la contestazione al sindaco di Lesignano Bagni Sabrina Alberini, avvenuta a Mulazzano Ponte nel corso della commemorazione della Battaglia di Langhirano lo scorso 28 agosto.

Il ricordo
Come ogni anno infatti la giornata vede il ricordo congiunto da parte dei comuni di Langhirano e Lesignano dei caduti durante l’estate del ‘44, quando l’esercito nazifascista scendendo dalle montagne, lasciò una lunga scia di sangue. Il 25 luglio l’esercito si scontra con gli uomini della Resistenza e vengono uccisi sette partigiani, in località Giarreto, a Langhirano e a Mulazzano Ponte, dove muore «Firpo» Giuseppe Manzini. La commemorazione itinerante tocca i luoghi, e i cippi, a memoria dei partigiani caduti per poi concludersi con l’orazione a Langhirano in via XXV Aprile. E proprio davanti al cippo dedicato a Manzini, il nipote Marco ha attaccato il sindaco Alberini: «I rappresentanti di questa giunta qui non sono graditi», aveva esordito Manzini. Il video racconta l’accaduto, le accuse all’amministrazione e le parole di Alberini.

L'antefatto
«Per me e per la mia famiglia, eredi dei valori di mio zio Giuseppe - racconta oggi Manzini - è difficile accettare che l’amministrazione abbia invitato per una lectio “un camerata” (Pietro Cappellari, ricercatore della Fondazione Rsi, intervenuto alla commemorazione del Giorno del Ricordo n.d.r.), senza alcun confronto e in cui lui ha sparato a zero sulla Resistenza, e poi intervenire alla commemorazione dei caduti. Un revisionismo che non ci appartiene. Il sindaco ha giustamente voluto partecipare alla commemorazione perché è il suo ruolo istituzionale, ma non abbiamo potuto far finta di nulla. Come ho detto davanti al cippo, proviamo anche noi a fare resistenza di fronte ad una politica che parla alla pancia e va combattuta».

«Io ero presente come sindaco democraticamente eletto e la democrazia è uno dei valori che insieme alle vittime eravamo a commemorare», commenta il sindaco Sabrina Alberini.

«Inopportuno»
«Ritengo che la contestazione sia stata fuori luogo, inopportuna e contro i valori democratici. Il cippo si trova in un luogo pubblico, il mazzo depositato è stato pagato dai cittadini di Lesignano che io come sindaco rappresento e la contestazione è avvenuta sotto forma di imboscata, aspettando quando tutti gli invitati fossero presenti. Le rimostranze potevano essere manifestate in un altro momento e in altri modi, invece sono avvenute in piazza, come era loro volontà fare».

Maria Chiara Pezzani

Lesignano Sta circolando in queste ore un video che riporta la contestazione al sindaco di Lesignano Bagni Sabrina Alberini, avvenuta a Mulazzano Ponte nel corso della commemorazione della Battaglia di Langhirano lo scorso 28 agosto. Il ricordo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal