Sei in Gweb+

Regione

Il Carnevale di Busseto non c'è più ma da Bologna arrivano fondi. Il sindaco: «Lo rilanceremo»

14 ottobre 2021, 05:02

Il Carnevale di Busseto non c'è più ma da Bologna arrivano fondi. Il sindaco: «Lo rilanceremo»

Busseto Il Gran Carnevale di Busseto, arrivato alla sua 137esima edizione, fermo dal 2018, potrebbe rinascere e la spinta è arrivata in questi giorni dalla Regione Emilia Romagna che ha inserito la kermesse tra le manifestazioni storiche e popolari meritevoli di sostegno economico.

All’unanimità l’Assemblea legislativa ha approvato un ordine del giorno, presentato dal gruppo Pd, sottoscritto dai consiglieri Matteo Daffadà e Pasquale Gerace. Nel progetto di legge «Misure urgenti a sostegno del sistema economico» è entrata anche la storica manifestazione bussetana, che nel 2018 si era arenata a causa della carenza di volontari. La precedente amministrazione comunale aveva poi cercato di rilanciarlo nel 2020 sottoscrivendo un accordo col Comune di Pietrasanta ma, solo poche settimane dopo, l’avvento del Covid aveva di nuovo bloccato tutto. Ora ecco il provvedimento approvato in Regione finalizzato a fronteggiare le conseguenze causate dalla pandemia con risorse per le imprese, con particolare attenzione ai settori più penalizzati.

«Il rilancio del sistema economico regionale - ha detto il consigliere Daffadà -passa anche dalla difesa del patrimonio culturale e delle tradizioni della nostra terra». Daffadà, con alcuni colleghi, ha ritenuto importante mettere l’accento su una importante festa mascherata, che ha abbondantemente superato il secolo di vita.

«Il Carnevale - ha aggiunto - ha un valore che va oltre la festa: rappresenta l’identità di una comunità, oltre che un fattore attrattivo e un potenziale turistico e commerciale significativo».

Il provvedimento approvato prevede, nel bilancio 2021, un integrazione dei fondi a cui potranno accedere gli enti locali e le associazioni impegnate nell’organizzazione di rievocazioni storiche inserite nel «Calendario delle manifestazione storiche» dell’Emilia-Romagna e per il sostegno di progetti di conservazione, restauro, integrazione del patrimonio dei costumi, delle attrezzature e dei materiali necessari a queste attività.

L’Assemblea ha anche rilanciato chiedendo alla Giunta di prevedere risorse già nel bilancio di previsione 2022 per i carnevali storici, tra cui Busseto, per la loro importanza e per le indiscusse potenzialità di volano turistico ed economico.

Soddisfazione, per il provvedimento della Regione, è stata espressa dal sindaco Stefano Nevicati che ha parlato di «ulteriore stimolo per far rinascere il grande carnevale di Busseto. Non sarà affatto facile dopo alcuni anni di stop, ma è nostro dovere fare il possibile per provarci».

Paolo Panni

 

Busseto Il Gran Carnevale di Busseto, arrivato alla sua 137esima edizione, fermo dal 2018, potrebbe rinascere e la spinta è arrivata in questi giorni dalla Regione Emilia Romagna che ha inserito la kermesse tra le manifestazioni storiche e popolari...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal