×
×
☰ MENU

Le pagelle dei crociati

Sempre spuntati in attacco

Sempre spuntati in attacco

02 Dicembre 2021,03:01

Il migliore

Danilo 6,5
A 37 anni la seconda partita in tre giorni poteva nascondere insidie, d'altra parte la penuria di difensori non consentiva tante alternative. Lui comunque ne è venuto fuori a testa alta, usando tutte le sue conoscenze e doti tecniche per lottare di fisico con Moreo e di anticipi e contrasti con i suoi compagni. Una prestazione assai positiva, ma purtroppo non è bastato perché da un lato la squadra commette troppi errori tecnici, dall'altro fa una immensa fatica ad essere efficace in fase offensiva. In ogni caso l'ex Bologna e Udinese ha guidato il reparto con più disinvoltura del solito. Può giocare solo a tre, ma in questo modo sa rendersi utile.

I crociati

Buffon 6,5
Una palla persa in uscita alta non macchia il resto della partita in cui, anche con l'aiuto dei legni, ha parato quel che poteva.

Busi 4
Se su un corner, difendi come ha fatto lui (recidivo, ricordate il gol di Cerri a Cagliari?) non puoi giocare a questi livelli.

Osorio 6
Ha stretto i denti perché aveva un problema ma ha giocato 90' facendo anche benino i suoi compiti.

Cobbaut 6
Alterna giocate decise e pulite a gravi ingenuità ma ieri tutto sommato ha retto l'urto. Ovvio però che serve di meglio.

Delprato 5,5
Un passo indietro rispetto a Como. Da esterno non si è mai fatto vedere avanti pur dovendo il Parma recuperare.

Brunetta 4,5
Sia da interno che da play una prova spenta, con poco carattere e troppi errori. Velo pietoso sui suoi calci piazzati.

Schiattarella 4,5
Ci sta davvero deludendo. Speravamo potesse prendere in mano la squadra ma non l'ha mai fatto. Fuori al 45'.

Vazquez 5
Così è inutile. Tiene palla, la perde, si butta per terra, fa fallo: insomma, niente che serva alla squadra.

Man 6
Niente di eccezionale, per carità, ma almeno ha mostrato voglia di fare e qualche bel numero, anche se resta fumoso.

Inglese 5
Un paio di apprezzabili sponde di testa, per il resto mai un tiro. Ha faticato nelle maglie strette del Brescia.

1' st Juric 5,5
Subentra come interno destro cercando di fare la legna che mancava nel primo tempo. Generoso, ma non basta.

15' st D.Iacoponi 5,5
Non gioca quasi mai, Iachini gli dà una chance e lui ce la mette tutta ma in modo caotico.

15' st Benedyczak 5,5
Anche lui spende la sua verve ma quantità non vuol dire qualità e infatti il Parma non punge.

27' st Correia 6,5
Anche ieri è subentrato molto bene, riuscendo a coprire la fascia con giocate di buona fattura ed efficacia.

37' st Tutino 6
Pochi minuti in cui s'è mosso sulla sinistra e ha fallito, sbucciando la palla, la miglior chance del secondo tempo.

L'allenatore

Iachini 5,5
Ha scelto una formazione quasi «mareschiana» con un centrocampo tecnico (Vazquez e Brunetta interni) e tre centrali in difesa. Farlo contro il Brescia era assai rischioso e infatti la squadra, pur non disunendosi mai, è stata in costante sofferenza sul piano dei contrasti e della riconquista della palla. La strada per arrivare a un gioco verticale è ancora lunga, per ora si biascica il pallone e si cerca Vazquez, ma è una tiritera che dovrà finire.

L'arbitro

Cosso 6
Si può scannerizzare la gara e si troverà qualche falletto non fischiato o qualche cartellino risparmiato qua e là, ma la sostanza dopo 15 giornate è la solita. Gli errori, che ci sono, da parte degli arbitri, sono bruscolini in confronto a quelli dei crociati. Cosso non si è mai fatto intenerire dalle tante cadute a peso morto dei crociati, Vazquez e Man in testa.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI