×
×
☰ MENU

Bedonia

Un defibrillatore e un videoproiettore per ricordare Simone

Un defibrillatore e un videoproiettore per ricordare Simone

06 Dicembre 2021,03:01

Bedonia - L’Avis di Bedonia e gli amici di Simone Filiberti, il ventunenne che due anni fa ha tragicamente perso la vita precipitando con la propria auto dal ponte sul Taro nei pressi delle Piane di Carniglia, hanno raccolto fondi sufficienti per acquistare un defibrillatore semiautomatico. Installato in piazza Caduti per la Patria e intitolato alla memoria del giovane studente, il presidio è stato inaugurato sabato pomeriggio alla presenza dei genitori del giovane, delle associazioni e di molti cittadini.

«Simone era un nostro volontario e un nostro donatore, un esempio per tanti ragazzi: ringraziamo i suoi amici per aver avuto l’idea di attivarsi per dotare la nostra comunità di un ulteriore presidio salvavita - ha detto il presidente dell’Avis di Bedonia Simone Vettori -. Auspico che seguendo il suo esempio e per onorarne il ricordo, sempre più giovani diventino donatori impegnandosi così per il bene della propria comunità». Vettori ha poi ringraziato Annamaria e Antonietta Serpagli per la disponibilità a posizionare l’apparecchio sul loro palazzo «e di aver concesso la corrente elettrica necessaria per il suo corretto funzionamento».

Alla cerimonia in piazza ne è seguita una seconda, nel salone della Casa del Volontariato, dove è stato inaugurato un videoproiettore di ultima generazione, anche questo acquistato con i fondi raccolti dagli amici di Simone Filiberti.

«È una postazione ad alta definizione a disposizione di chiunque ne avrà necessità - ha spiegato il presidente dell’associazione Paolo Alessandrini, recentemente riconfermato alla guida della Casa del Volontariato -. Penso a studenti o lavoratori che hanno bisogno di seguire corsi o aggiornamenti in videoconferenza, opportunità che potrebbe rivelarsi preziosa qualora ci fosse un aggravamento della pandemia. Ma sarà un’opportunità in più anche per i giovani, che qui avranno ad esempio la possibilità di vedere dei film, trascorrendo momenti ludici».

Alessandrini ha poi ringraziato chi ha collaborato per installare il videoproiettore: Marco Orlandini di “Infoservizi Comunica”, l’elettricista Renato Agazzi che ha eseguito l’impianto di collegamento, il serramentista Marcello Malucelli per il montaggio e Alessio Minoli che ha fornito le staffe e le strutture. La cerimonia si è conclusa con la proiezione di un filmato girato da Rachele Moglia dell’Ufficio turistico e con lo scoprimento della targa in memoria di Simone. Commossi, i genitori hanno ringraziato la comunità per la vicinanza e per aver ricordato il figlio.

Monica Rossi

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI