×
×
☰ MENU

Le sanzioni di Fecci

Vandalismi e danneggiamenti: giro di vite a Noceto

Vandalismi e danneggiamenti: giro di vite a Noceto

di Riccardo Zinelli

23 Dicembre 2021,03:01

È stato approvato il nuovo Regolamento comunale di Polizia urbana. Le modifiche, contenute in una delibera a firma dell’assessore Giovanna Maini, e approvate all’unanimità del consiglio, sono già in vigore. E hanno prodotto i primi effetti.

Da settembre sono 14 i verbali elevati dalla Polizia municipale di Noceto, con importi da un minimo di 100 euro, per abbandono di rifiuti, imbrattamenti di muri ma anche scoppi di petardi e mancata custodia di animali domestici.

«Il rispetto per il nostro territorio deve essere praticato da tutti - afferma la Maini - perciò abbiamo revisionato alcuni articoli, raddoppiando le sanzioni, per promuovere ogni forma possibile di dissuasione della condotta impropria nei confronti del bene pubblico. Vogliamo accendere una luce su alcune problematiche, e certamente non abbiamo alcuna intenzione di “fare cassa”».

Il nuovo regolamento di polizia urbana, dunque, la cui ultima modifica risaliva al 2008, non vuole essere un’azione punitiva nei confronti dei cittadini. Questo atto consiliare è un vero e proprio strumento per promuovere l’attenzione verso il bene collettivo. Le sanzioni, peraltro, sono state inasprite con criterio per evitare di arrivare a importi spropositati. «Come amministrazione - prosegue l’assessore - abbiamo chiesto alla Polizia municipale di valutare questo aggiornamento, dopo che, purtroppo, negli ultimi anni abbiamo dovuto registrare numerosi atti di vandalismo e di danneggiamento verso il patrimonio pubblico».

La «riforma» consiste nell’aver raddoppiato gli importi delle sanzioni previste per undici articoli, che colpiscono chi danneggia gli arredi o le aree pubbliche e private, compie atti vietati sul suolo pubblico oppure sporca gli abitati e i fossati. Altro tema molto sentito, e affrontato dalla modifica, è quello della gestione responsabile dei cani: infatti in passato si erano registrati diversi episodi nei quali le deiezioni di alcuni animali, soprattutto nel centro storico e nelle aree limitrofe, venivano lasciate a «impadronirsi» delle facciate degli edifici. «Le sanzioni, i cui proventi vengono investiti dal Comune per migliorare la condizione di sicurezza della vita della comunità, sono strumenti educativi, più efficaci dei normali proclami, per alzare il livello di civiltà - chiarisce il sindaco Fabio Fecci -. Sarei il primo ad essere contento se la voce “sanzioni” del bilancio si azzerasse, perché sarebbe indice di un altissimo grado di civiltà».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI