×
×
☰ MENU

Arco di San Lazzaro

Famiglia fuori e ladri in casa: se il Natale diventa un incubo

Famiglia fuori e ladri in casa: se il Natale diventa un incubo

di Michele Ceparano

27 Dicembre 2021,03:01

Vanno al pranzo di Natale a casa dei parenti e al ritorno trovano la casa svaligiata. Ingente il bottino. Il raid ai ladri ha, infatti, fruttato svariate decine di migliaia di euro. Un Natale davvero molto amaro per una famiglia che abita in un condominio nella zona dell'Arco di San Lazzaro. Sabato mattina, intorno alle 13, escono per recarsi al tradizionale pranzo a casa di alcuni parenti poco lontano dalla loro abitazione. Il convivio, come accade durante le festività, va un po' per le lunghe. C'è voglia, infatti, di stare insieme e, in questo periodo di difficoltà a causa del Covid, forse ancora di più. Alle 17,30 la famiglia rincasa e quello che dovrebbe essere il giorno più bello dell'anno si trasforma in un incubo. Appena aperta la porta di casa, ecco la sorpresa peggiore.

L'appartamento, infatti, che si trova al secondo piano dello stabile, è stato visitato dai ladri. I malviventi, come racconta una delle vittime del furto, sono entrati proprio dalla porta d'ingresso. Nessuna effrazione, però, è stata riscontrata sulla porta blindata. «Evidentemente - spiega - hanno usato qualcosa che ha permesso loro di aprire senza fare alcuno sforzo». Durante il raid, i ladri si sono concentrati su alcune stanze, in particolare le due camere da letto, mettendole letteralmente a soqquadro. Ingente il bottino che, da una prima stima fatta dalla famiglia, si aggira «sulle svariate decine di migliaia di euro. Oltre a due costose fotocamere, hanno portato via anche diversi gioielli di famiglia, occhiali di marca, circa quattrocento euro in contanti e una carta di credito che abbiamo subito bloccato». Come raccontato ai poliziotti delle Volanti intervenuti sul luogo del furto, «i ladri non hanno invece toccato computer e telefoni cellulari». Tra la roba rubata va, però, conteggiato anche un trolley. Dopo averlo svuotato di ciò che era contenuto all'interno, continua la vittima, «probabilmente l'hanno usato per riempirlo con ciò che avevano rubato qui».

Rovinate completamente le festività, la famiglia ora sporgerà denuncia. L'episodio di cui sono appena stati vittime fa tornare alla loro mente alcuni fatti piuttosto recenti, avvenuti sempre nello stesso condominio. «Non siamo gli unici a essere stati colpiti - ricorda - dal momento che un mese fa a un'altra famiglia è stato svaligiato l'appartamento e, in quell'occasione, i ladri hanno “tagliato” la cassaforte con la fiamma ossidrica. E tempo prima era toccato a un altro appartamento». Assieme a questi precedenti anche un sospetto. «Forse chi è entrato in casa nostra - si chiedono le vittime - ci teneva d'occhio e magari sapeva che saremmo usciti per il pranzo di Natale. Chissà. Resta, comunque, una grande amarezza, non soltanto per il valore di ciò che ci hanno rubato, ma anche per la serenità che ci hanno tolto. Queste, infatti, sono esperienze che segnano».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI