×
×
☰ MENU

AL REGIO

Ghost, il film diventa musical

Ghost, il film diventa musical

di Claudia Olimpia Rossi

20 Gennaio 2022,03:01

Promessa d’amore sospesa, il musical «Ghost» è atteso al Teatro Regio il 26 gennaio alle 21, sensoriale e fantasy, per far rivivere un cult movie al di là del tempo.

Passione ed emozione s’intrecciano dietro le quinte, dove anche gli interpreti Giuseppe Verzicco e Gloria Enchill preparano la ribalta parmigiana: lui sarà l’ambiguo Carl, mandante dell’omicidio da cui si dipana la trama; lei vestirà i panni della medium Oda Mae, artefice del contatto tra il defunto Sam e l’inconsolabile Molly. Nell’ambito della rassegna «Tutti a Teatro», realizzata da Caos Organizzazione Spettacoli, con una colonna sonora pop-rock ed effetti speciali sorprendenti, «Ghost» mantiene la promessa del titolo: «L’Amore: per sempre».

«Il personaggio di Carl mi piace moltissimo - dice Giuseppe Verzicco, stella del musical italiano, new entry del cast - perché la sua ambivalenza muove le dinamiche della storia. Per me è prezioso: una complessità che evolve nel racconto. Per la prima volta mi trovo a non ballare, ma canto e recito. Io, abituato ad interpretare principi azzurri, mi scopro a lavorare sull’interiorità dell’avido Carl puntando sull’aspetto del pentimento, che ho cercato di far emergere come nel film. “Ghost” è un po’ un thriller romantico».

Acclamata da pubblico e critica come la nuova Whoopy Goldberg (attrice cui Oda Mae, nel film hollywoodiano, valse un Golden Globe e una nomination agli Oscar), Gloria Enchill commenta: «M’ispiro - ammette - a lei, personaggio iconico, unica nel modo di recitare. Tuttavia ci metto anche un po’ di Gloria, che ha tratti comuni a Oda, personaggio di grande generosità: si mette in gioco a proprio rischio per consentire a Sam di dire a Molly “ti amo” nel modo in cui non era mai riuscito. Questo induce a riflettere sull’importanza di non dare nulla per scontato e cogliere le occasioni quando si presentano. Adoro questo ruolo impegnativo, che oltre ai mille cambi a scena aperta comporta la difficoltà di parlare tutto il tempo con un fantasma, senza nessuno da guardare. Con un po’ di esercizio tutto funziona».

Pugliese per nascita, Giuseppe Verzicco da alcuni anni abita a Parma, una scelta che gli sta facendo apprezzare, «tra i pro e i contro» che nota avendo vissuto a lungo in una città come Milano, «la dimensione di grande paese, dove ci si conosce e si gira in bicicletta». «Per la prima volta - prosegue - sono andato al lavoro vicino a casa, in autobus, in occasione della recente operetta “Gran Teatro Reinach” che ho interpretato al Regio. Una sensazione bellissima. Sono molto colpito dall’entusiasmo del pubblico di venire a vedere “Ghost”: spero possa apprezzare le emozioni live che questo coeso gruppo di lavoro trasmette».

Veterano del musical, tra i personaggi del cuore Verzicco cita Don Lockwood del recente successo «Singin’ in the rain», ma per il futuro sogna anche tv e cinema. «Mi piacerebbe - appunta - bazzicare nelle fiction o sul grande schermo, ma sono settori impermeabili. Il musical è visto un po’ come il mondo della macchietta, cosa che non accade all’estero. Consiglio ai registi di venire a teatro».

Al settimo cielo per il ruolo in «Ghost», notata mentre interpretava «Sister Act», altro cavallo di battaglia della Goldberg, la Enchill racconta la sua ascesa tenace. «Sono una neofita nell’universo musical. Già poter fare l’audizione, per me che ho studiato privatamente, fu una benedizione: il suo buon esito mi portò a lasciare il lavoro che facevo nel settore della comunicazione, essendo laureata in Scienze internazionali ed istituzioni europee alla Statale di Milano. La vita mi ha cresciuta in fretta, in una situazione particolare, ma ho visto che, qualsiasi sforzo facessi, comunque la musica ha sempre prevalso su tutti i progetti che mi ero prefissata. Voglio dare una chance a questo e sono determinata a proseguire quella che penso sia la mia vocazione».

Claudia Olimpia Rossi

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI