×
×
☰ MENU

Lutto

Borgotaro, morto improvvisamente il ginecologo Benedetti

Borgotaro, morto improvvisamente il ginecologo Benedetti

25 Aprile 2022,03:01

La montagna parmense è in lutto per la scomparsa di Mauro Benedetti, medico ginecologo dell’ospedale «Santa Maria», in pensione ma ancora indiscusso punto di riferimento nella sanità locale. Nella tarda mattinata di ieri si è spento improvvisamente, dopo una vita spesa per le sue pazienti e per la professione che tanto amava.

Nato a Vecchiano, in provincia di Pisa, il 15 giugno del 1952, si era laureato in Medicina e Chirurgia nell’ateneo toscano nel 1977 e aveva conseguito la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia nel 1981, esercitando nel frattempo come medico del lavoro e impegnandosi nelle guardie mediche sul territorio.

Nel 1982 si era trasferito a Borgotaro su invito del professor Giorgio Giorgi, già docente a Pisa, divenuto primario al «Santa Maria». Sotto la sua guida, assieme agli storici colleghi Antonio Pistolesi e Roberto Brindani, avevano costruito dalle fondamenta il reparto di Ginecologia. Nel nosocomio valtarese Benedetti ha lavorato per quasi quarant’anni offrendo la propria professionalità, umanità ed empatia a generazioni di pazienti.

Durante la sua carriera, si era specializzato nell’ecografia morfologica e aveva conseguito una seconda specializzazione all’Università di Parma in Patologia della riproduzione umana.

Conosciuto e stimato in tutta la provincia, come dipendente Ausl aveva lavorato anche a Fornovo e a Parma. Dopo il pensionamento, nel 2018, aveva continuato a esercitare a Sant’Andrea Bagni e in ambulatorio a Borgotaro. Attento alle necessità del prossimo, uomo di fede e animato da autentici valori, da anni era socio del Lions Club Borgotaro e nell’annata 1994-1995 aveva ricoperto il ruolo di presidente; da poco aveva inoltre accettato l’incarico di medico della sottosezione Unitalsi di Borgotaro.

Inserito perfettamente nel tessuto sociale valtarese, qui aveva costruito la sua famiglia, mantenendo tuttavia un forte legame con la sua terra d’origine, la Toscana, dove amava rientrare e dove trascorreva lunghi periodi estivi che lo riportavano con la mente alla giovinezza fra le piccole cose che lo rendevano felice.

L’improvvisa scomparsa di Mauro Benedetti ha profondamente scosso la provincia: oltre a centinaia di messaggi di cordoglio dei valtaresi che lo hanno conosciuto, profonda commozione è stata espressa anche dalla comunità culturale e scientifica della Valtaro. «Oggi, 24 aprile, è proprio il Lions day, e tu te ne sei andato. Ti ricorderemo sempre per la tua infinita gentilezza e cultura», ha scritto il Lions Club sulla pagina Facebook ufficiale. «Era uno dei soci più anziani del Lions Club e mio amico, oltre che stimato collega – ha fatto sapere il pediatra di libera scelta Giuseppe Esposito -. Impeccabile, mai fuori dalle righe, professionale, era anche una persona di altissima cultura».

«Perdiamo un grande amico e un indiscusso professionista, con cui ho avuto l’onore di lavorare per decenni – ha aggiunto Salvatore Vignali, suo collega oltre che medico curante -. La sua scomparsa è una perdita enorme per tutta la comunità».

Mauro Benedetti lascia la moglie Stefania, gli amatissimi figli Lorenzo (collaboratore della Gazzetta di Parma) ed Eleonora, il fratello Marco con Christine e Federico, i suoceri Giancarlo e Teresa, la cognata Tiziana, i cugini e i parenti tutti. La cerimonia funebre si terrà mercoledì mattina nella chiesa di Sant’Antonino Martire a Borgotaro (al momento di andare in stampa l'orario non era ancora stato fissato). Domani sera invece, alle 20,30 nella stessa chiesa, la recita del rosario.

Monica Rossi

A Lorenzo e famiglia il più caloroso abbraccio della grande famiglia della «Gazzetta».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI