×
×
☰ MENU

Noceto

La sua voce è affidata a tele e colori: giovane artista autistico espone al Podere Emilia

La sua voce è affidata a tele e colori: giovane artista autistico espone al Podere Emilia

di Mariagrazia Manghi

27 Maggio 2022,03:01

Un racconto sulle tele, dipinti che possono essere ascoltati, emozioni da vedere: «Il colore delle parole», la personale di Sanjay Verdi rappresenta l’esito del percorso che il gruppo di sostegno educativo dell’Istituto Ipsasr Solari di Fidenza ha portato avanti con Sanjay, un diciottenne alunno con disturbo autistico.

Una trentina di opere su materiali diversi che evidenziano il processo creativo grazie al quale Sanjay, che non comunica attraverso le parole, ha trovato la strada speciale per canalizzare la sua creatività.

«Sanjay Verdi frequenta la classe 5ª B e quest’anno affronterà la maturità; è in grado di produrre soltanto suoni disarticolati, è un ragazzo generalmente sereno, ma con uno sviluppo anomalo dell’interazione sociale e una compromissione dell’uso comunicativo del linguaggio - spiegano i docenti e gli educatori che lo hanno seguito alternando metodiche e approcci didattici ed educativi differenti -. Una volta consolidata la relazione, data la sua attitudine e predisposizione artistica, si è intrapreso un percorso legato all’arte. L’arte è diventata strumento educativo che lo distoglie dalle stereotipie oltre a un fondamentale mezzo di comunicazione che con il tempo lo ha reso capace di essere autonomo nell’eseguire alcuni comandi verbali». La mostra si apre domani alle 17 sulle colline di Noceto, nello spazio immerso nella natura del Podere Emilia, un’azienda agricola aperta all’accoglienza di progetti sociali.

In esposizione una selezione dei lavori degli ultimi tre anni e le fotografie che documentano momenti significativi del percorso espressivo e comunicativo di Sanjay. Opere astratte ed emozionali, attacchi creativi che Sanjay realizza in movimento, calcando e dando risalto a ciò che intende trasmettere, formati diversi, tratti precisi o ingarbugliati, colori decisi o sfumati l’uno nell’altro.

«La mostra è la sua voce e la dimostrazione che è in grado di vivere nella comunità e “fare” qualcosa che resterà - dicono i rappresentanti dell’equipe che lo ha seguito - e per noi è l’occasione per dare visibilità a questa esperienza di alternanza scuola-lavoro che potrà essere utilizzata anche per altri ragazzi». La mostra resterà aperta anche domenica 29 maggio dalle 10 alle 20.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI