×
×
☰ MENU

Lutto

Addio a Bruna Maramotti, donna di grande signorilità e charme

Addio a Bruna Maramotti, donna di grande signorilità e charme

di Lorenzo Sartorio

25 Giugno 2022,03:01

Lei sapeva di avere sposato un grande uomo e, lui , sapeva di avere avuto accanto per tutta la vita una grande donna.

Bruna Maramotti, vedova di Umberto Goni, il leggendario medico di famiglia parmigiano del sasso scomparso nel 1973, è venuta a mancare nei giorni scorsi all’età di 89 anni. Bruna, che apparteneva ad una nota ed antica famiglia reggiana di cui un ramo diede vita ad una prestigiosa azienda di moda conosciuta in tutto il mondo, era figlia di Onorato, stimato commerciante di tessuti. Rimasta orfana di madre, giovanissima, studiò in un istituto di religiose a Reggio per poi esser allevata da una zia che le fece da madre. Aveva un carattere straordinario, Bruna, e, fino all’ultimo, ha testimoniato tutta quella classe, quella signorilità e quello charme che trasmettevano quegli occhioni neri di quelle bellezze d’oltrenza che, nonostante l’atavico campanilismo ducale, affascinarono tanti parmigiani come, appunto, il dottor Goni. Carattere fiero, combattivo, forte, una generosità senza limiti, Bruna, fu la moglie ideale per un medico. Infatti, molte chiamate di pazienti le riceveva lei a casa. Non solo prevedeva a smistarle al marito con grande precisione ma non mancava mai di confortare i familiari dei vari pazienti dimostrando quella sensibilità e quell’umanità che caratterizzarono per tutta la vita anche la professione del marito.

Amava la vita, Bruna, i viaggi, le buone letture, l’amica spiaggia di Lerici incastonata in quelle Cinque Terre che prediligeva e che rispecchiavano il suo stile affascinante ed elegante. Provetta cuoca era abilissima nel cucinare la cacciagione che arrivava in casa da parte dei numerosi cacciatori, pazienti del marito, i quali, in qualche modo, cercavano di sdebitarsi per le cure e le attenzioni mostrate dal loro medico. La conoscevano tutti nella zona di via Puccini dove ha abitato una vita. Era legatissima alla famiglia: ai figli Enrico, insegnante, e Celestina, impiegata, e agli adorati nipoti Federico e Umberto.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI