×
×
☰ MENU

TRAVERSETOLO, ritratto della vittima dell'incidente

L'agente di commercio con la passione per la bici

L'agente di commercio con la passione per la bici

di Maria Chiara Pezzani

26 Giugno 2022,03:01

Neviano Tragico incidente nel primo pomeriggio di ieri a Sasso. A perdere la vita un cicloamatore di 55 anni, Giuseppe Monica, noto agente di commercio residente a Traversetolo, coinvolto nel terribile schianto con un furgoncino.

L’incidente è avvenuto pochi minuti dopo le 14, lungo la Sp80, all’uscita della frazione del comune di Neviano in direzione della località Ca’ Bonaparte: per cause che saranno al vaglio delle autorità competenti, l’uomo e un Fiorino, che proveniva dal senso opposto di marcia, si sono scontrati quasi frontalmente lungo il rettilineo. L’impatto è stato devastante, come dimostrato dalle condizioni dei due mezzi e dai numerosi detriti volati lungo il manto stradale. Il parabrezza del furgoncino è andato completamente in frantumi, così come la bicicletta, con il telaio spezzato a metà e le ruote buttate a lato del veicolo dalla violenza dello scontro.

Il cicloamatore dopo aver impattato contro il mezzo è stato sbalzato nella scarpata a lato della strada, finendo il proprio volo in un campo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i mezzi del 118, l’automedica da Lagrimone e l’ambulanza della Croce rossa di Scurano mentre dal Maggiore si è anche alzato in volo l’elisoccorso. Ma i soccorsi sono stati inutili.

Purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare, se non costatarne il decesso. Alla guida del furgoncino un giovane residente nella zona, rimasto illeso. Gli agenti della Polizia locale dell’Unione montana Appennino Parma Est sono giunti sul posto poco dopo lo schianto per mettere in sicurezza la zona e chiudere al traffico veicolare l’arteria per eseguire i rilievi, necessari per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente. A coadiuvarli sono in seguito arrivati i carabinieri del radiomobile di Parma. Dopo il nullaosta del magistrato, la salma è stata rimossa e trasportata dai volontari della Croce Azzurra di Traversetolo.

Maria Chiara Pezzani

L'agente di commercio con la passione per la bicicletta

Traversetolo «Doveva esserci anche lui alla gara, l'abbiamo organizzata insieme e avrebbe fatto da apripista. È un bruttissimo colpo per l’associazione». Le parole del presidente del Motoclub Pigarella Gerardo Galvani raccontano il dolore di una notizia che ha scosso la comunità. Notizia che ieri pomeriggio si è diffusa velocemente tra gli amici con i quali Beppe condivideva la passione per le due ruote, impegnati negli ultimi dettagli di una manifestazione anche oggi lo avrebbe visto in prima linea. Classe 1967 Monica era agente di commercio, un volto molto conosciuto a Traversetolo e punto di riferimento per l’associazione multisportiva. Ha lasciato un enorme vuoto negli amici che sono passati dall’entusiasmo per una gara che rappresentava una nuova importante sfida al dolore di questa perdita.

«Con noi da anni, era attivo come atleta e come sponsor. Era molto importante, un punto di riferimento, un amico che umanamente ci ha dato tanto. Ci mancherà».

M.C.P.

Oggi si corre la Baratti Bike: «La gara? Dedicata a Beppe»

Non ci sarà la festa finale e il clima non sarà quello delle premesse. Stamattina è in programma la «Baratti Bike - Deltos Cup», organizzata dalla Motoclub Pigarella, lungo l’Appennino con partenza e ritorno a Traversetolo. Un appuntamento a cui anche Giuseppe Monica aveva lavorato tanto, ma nonostante la notizia della sua scomparsa abbia colpito duramente gli amici, non è stato possibile rimandare l’evento. Quest’anno la gara ha un rilievo nazionale ed è inserita nella Deltos Cup-Biciscout, circuito che raccoglie importanti granfondo e marathon italiane. Sarà semplicemente dedicata a Beppe.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI