×
×
☰ MENU

giugno bollente e senza piogge

Il grande caldo. Solo nel 2003 è stato peggio

Il grande caldo. Solo nel 2003 è stato peggio

di Gian Luca Zurlini

03 Luglio 2022,03:01

Dopo un giugno secondo per il caldo soltanto a quello inarrivabile del 2003, l'estate più bollente di sempre nella nostra città, anche luglio è iniziato all'insegna di temperature ben al di sopra delle medie stagionali: a fronte di una massima che dovrebbe essere di 31,5 gradi, ieri l'Osservatorio meteo dell'Università ne ha registrati ben 35,5, in crescita dai comunque non certo «freschi» 34,6 di venerdì. E anche la minima non ha scherzato: 21,3 a fronte dei 20 di media.

Giugno, -70% di pioggia

E se il caldo si fa sentire, anche la siccità è un dato di fatto: «A giugno - spiega il tecnico dell'Osservatorio meteo dell'Università Paolo Fantini - sono caduti in città soltanto 17,6 millimetri di pioggia, il 70 per cento in meno della media del mese. Ma da inizio 2022 nessuno dei 6 mesi ha avuto piogge superiori alla norma e complessivamente il deficit di pioggia in città al momento è del 40 per cento, menre i giorni con pioggia sono stati fin qui da gennaio addirittura il 45 per cento in meno del normale». Va rilevato poi che a aggravare ulteriormente la situazione c'è stato il vento, che ha soffiato spesso a giugno, alleviando in parte i disagi del caldo, ma aumentando ulteriormente la secchezza dell'aria e del terreno.

Più caldo solo nel 2003

Nel mese di giugno la temperatura media, sempre in base ai dati rilevati dall'Osservatorio dell'Università, è stata di 26,3 gradi, ben 2,6 più della norma. Un dato che colloca il giugno del 2022 al secondo posto dal 1878 nella classifica dei più caldi, alle spalle dell'inarrivabile 2003, quando la media delle temperature fu addirittura di 27,9 gradi. «Va sottolineato anche - prosegue Fantini - che per ben 24 giorni su 30 la massima è rimasta sopra i 30 gradi, a fronte di un dato normale di 11 giorni, mentre ben 21 su 30 sono state in città le cosiddette “notti tropicali”, vale a dire con temperatura sopra i 20 gradi. E anche in questo caso l'unico precedente superiore, con 23 notti, risale al 2003, anno veramente eccezionale».

L'anticiclone africano

«L'unica, parziale, consolazione - prosegue Fantini - è che l'afa è stata molto minore del solito, per cui le temperature registrate erano quelle che erano effettivamente percepite». La continuità del caldo per tutto il mese è stata provocata dalla permanenza sull'Italia quasi senza interruzione dell'anticiclone di origine africana, che porta aria molto più calda e temperature più elevate rispetto a quello tradizionale atlantico, detto «delle Azzorre». Soprattutto, però, con l'alta pressione di origine atlantica ci sono anche molte meno possibilità che arrivino temporali e «rotture» del tempo. «Di fatto - conclude Fantini - la temperatura media di giugno è stata più alta anche di quelle normali di luglio o di agosto».

Oggi e domani il «picco»

Il grande caldo provocato da «Caronte» (così è stato «battezzato» l'anticiclone dai meteorologi nazionali) durerà ancora qualche giorno. Oggi e domani le massime e le minime continueranno a salire e si raggiungerà quasi certamente il «picco» del caldo del 2022, fin qui registrato il 27 giugno con 35,9 gradi che doivrebbero essere superati già oggi. Per vedere qualche cambiamento si dovrà attendere almeno mercoledì quando, anche se il condizionale è d'obbligo visti i giorni che ancora mancano, dovrebbe arrivare sul Nord Italia una perturbazione che porterà piogge e una discesa della temperatura che potrebbe essere anche di 7-8 gradi rispetto ai giorni precedenti. Una «rinfrescata» che poi proseguirebbe nei suoi effetti anche nei giorni successivi, quando ritornerà il sole, ma questa volta portato dall'anticiclone atlantico, e dunque con temperature inferiori di alcuni gradi rispetto a quelle del tempo di matrice africana.

Ozono vicino al limite

Nonostante il sole e il gran caldo, intanto, i valori dell'ozono sono ancora rimasti in città di un soffio sotto i limitti: 119 microgrammi per metro cubo contro i 120 della soglia.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI