×
×
☰ MENU

Fidenza

Spara in un negozio di via Trieste, fugge poi torna: catturato ma manda in ospedale un carabiniere

Spara in un negozio di via Trieste, fugge poi torna: catturato ma manda in ospedale un carabiniere

03 Luglio 2022,03:01

Attimi di terrore a metà pomeriggio di ieri, in via Trieste, dove un individuo, in evidente stato di alterazione psichica, ha sparato tre colpi in aria, con una pistola. In un primo momento non si sapeva di che arma si trattasse, poi per fortuna è stato accertato che era una scacciacani. I carabinieri di Fidenza, immediatamente allertati, hanno intercettato il trentenne, originario dell’Est, regolare sul territorio e residente a Salso, bloccandolo e trasferendolo in caserma. Prima ha spintonato un carabiniere mandandolo all’ospedale.

Tutto è iniziato nell'indian store di via Trieste, dove il trentenne, arrivato in città in macchina, una Volkswagen grigia, ha acquistato una birra.

Poi, si presume abbia avuto un battibecco con qualcuno e quando è uscito dal negozio, ha sparato tre colpi in aria. Impauriti i presenti hanno chiamato il 112.

Pattuglie di carabinieri si sono recate sul posto dopo avere chiuso al traffico e ai pedoni due strade ma l’uomo, in macchina era già
fuggito in direzione di Parma.

I carabinieri, applicando le disposizioni, come accade in questi casi, hanno subito diramato l’allerta, segnalando la presenza di un individuo armato e potenzialmente pericoloso.

Mentre diverse pattuglie hanno setacciato le strade alla ricerca dalla macchina grigia, un altro carabiniere è rimasto nel negozio di via Trieste.

Nel frattempo le telecamere hanno individuato l'auto, a Parola, auto che a un tratto, invece di proseguire, è tornata indietro. E i militari hanno dimostrato buon fiuto, in quanto il trentenne, è tornato nell’indian store. Qui, ad attenderlo il carabiniere. Quando l’uomo lo ha visto, ha iniziato a spintonarlo, causandogli traumi non gravi, anche se il militare si è recato al Pronto soccorso. Quindi sono arrivati i rinforzi e l’uomo è stato bloccato: non aveva più con sé la pistola, rivelatasi poi una scacciacani. L’aveva nascosta in macchina, sotto al sedile. Durante la perquisizione sulla vettura, è spuntato anche un coltello. I carabinieri lo hanno trasferito in caserma, dove poi sono arrivate anche un’ambulanza e l’automedica. Il trentenne, in preda a una forte agitazione, ha continuato il suo show in caserma, urlando e spaccando a pugni e calci la porta della camera di sicurezza. Quindi è stato trasferito al Pronto soccorso. Per lui scatterà un arresto o una denuncia per possesso di armi e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Dai primi accertamenti pare si tratti di un individuo affetto da problemi psichici. L’episodio ha destato scalpore e curiosità nei tanti fidentini che transitavano in via Trieste. Per fortuna tutto si è risolto positivamente, anche se in un primo momento, si è temuto che l’uomo potesse avere una pistola vera.

r.c.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI