×
×
☰ MENU

Miss Parma

Giorgia: «Mi bullizzavano, ora sono la regina»

Giorgia: «Mi bullizzavano, ora sono la regina»

di Pietro Razzini

05 Luglio 2022,03:01

Il bacio al fidanzato, un grazie espresso senza parole. Le lacrime del compagno della madre, l’uomo che non aveva mai visto piangere in 21 anni. Gli occhi di mamma e nonna pieni di orgoglio, desiderosi di abbracciarla. È stata un’incoronazione piena di emozioni pure, quella che ha caratterizzato l’elezione di Miss Parma 2022. Giorgia Cassi, classe 2000, parmigiana doc, ha raccontato così la trepidante attesa sul palco dell’Euro Torri: «Erano rimaste le prime due posizioni in classifica e la ragazza del territorio che reputavo più pericolosa in vista della vittoria finale, non aveva ancora ricevuto alcuna fascia. Quando ho sentito il suo nome per il titolo di Miss Rocchetta, mi è nato un sorriso spontaneo sul viso. Lì ho capito che il sogno poteva trasformarsi in realtà».

Che significato ha questa vittoria?

«È stato un momento di rinascita. È l’espressione tangibile della possibilità di riprendere in mano la mia vita. Mi ha fatto sentire finalmente bella. Da piccola ero bullizzata per il mio aspetto. Non è facile levarsi dalla pelle certe sensazioni. Avevo bisogno di questo riconoscimento pubblico per dare un calcio al passato».

Nel tuo passato c’era già stato un contatto con Miss Italia?

«Due anni fa avevo partecipato alla selezione al porto fluviale di Mezzani. Ma la ragazza che aveva sfilato su quel palco è molto diversa dalla donna incoronata domenica».

Nonostante la crescita personale, hai provato forti emozioni durante l’incoronazione?

«Assolutamente sì. Nelle scorse settimane avevo ricevuto numerosi messaggi in cui già mi chiamavano “Miss Parma”. Erano amici, ma così facendo aumentavano solo la tensione. In auto, sulla strada per l’Euro Torri, pensavo alla possibile vittoria: mi è scesa involontariamente una lacrima. Desideravo con tutto il cuore rappresentare la mia città».

Il primo abbraccio è stato per il fidanzato.

«È una storia nata da poco, ma Maicol è riuscito a riempire un vuoto enorme nella mia vita. Ho sofferto di depressione e attacchi di panico per diverso tempo, specie per l’ultimo lockdown. Ho cercato aiuto da professionisti senza trovare una vera soluzione. Maicol mi ha tranquillizzata facendomi capire che quanto provavo era giustificabile. E poco per volta sono tornata me stessa».

Che persona sei?

«Una creativa. Ho frequentato il liceo artistico Toschi. Poi sono andata a studiare in Accademia a Milano. Non mi perdo mai una mostra. Adoro dipingere. Per questo ho deciso di fare di una mia passione una vera professione: ora sto lavorando come make up artist».

Altre passioni?

«Mi piace tenere tonico il mio fisico. Il personal trainer Pietro Morini ha cambiato il mio corpo. Facciamo 4 sedute a settimana. È impegnativo. Costa fatica. Ma mi rende felice».

Stai tanto al cellulare?

«Sono una giovane influencer su Instagram (27.500 follower) e Tik Tok: alcuni brand hanno puntato su di me. Poso per servizi fotografici e sfilo durante eventi: questi lavori hanno allontanato quella timidezza che avevo dentro di me da sempre».

Parli molto di te sui social?

«Vorrei essere d’ispirazione per altre ragazze, facendo capire quello che ho passato e come ne sono uscita. Penso di essere una persona capace di dare molto al prossimo. Mi piace rendermi utile, anche solo con un video racconto».

Pietro Razzini

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Frank

    05 Luglio 2022 - 10:31

    Una bella rivincita, Brava

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI