×
×
☰ MENU

Piazzale Chaplin

Ragazzino investito: l'amichetto fa la foto al «pirata». E lo incastra

Ragazzino investito: l'amichetto fa la foto al «pirata». E lo incastra

di Mara Varoli

07 Luglio 2022,03:01

Pauroso incidente ieri in piazzale Chaplin: un ragazzino di 14 anni mentre pedalava sulla sua bici si è scontrato con un furgone Ducato, rompendo il vetro posteriore. E l'uomo alla guida, un parmigiano di 48 anni, prima si è fermato per chiedere al ragazzino se si era fatto male, poi è ripartito per la sua strada, nonostante il ragazzino fosse ferito alla testa: chiamati i soccorsi del 118, il 14enne è stato trasportato al Maggiore ed è tuttora in osservazione al pronto soccorso. Guai in vista per il conducente del camioncino: grazie a un amico del giovanissimo ciclista, che senza perdere tempo ha scattato una foto con il telefonino al Ducato, l'uomo è stato rintracciato dopo una sola ora dalla polizia locale, intervenuta sul posto per ricostruire la dinamica dell'incidente.

«I fatti sono successi poco dopo le 17.15 in piazzale Chaplin - spiega il comandante della polizia locale di Parma Michele Cassano -. Il quattordicenne, a seguito della collisione, si è procurato delle ferite alla testa ed è stato trasportato all'ospedale Maggiore da un'ambulanza del 118. Dalle prime ricostruzioni dei fatti, a seguito dell'urto il conducente del veicolo è sceso dal mezzo, chiedendo al ragazzino se avesse necessità di soccorso. Nonostante il 14enne avesse una ferita al capo, il conducente si è rimesso in auto ed è andato via. Alla centrale operativa è giunta la chiamata di intervento da parte del 118 e immediatamente la pattuglia del nucleo infortunistica è giunta sul luogo dello scontro. Acquisite le prime informazioni da parte dei testimoni, tra cui quella di un amichetto che aveva scattato con il suo cellulare una foto al Ducato, immediatamente sono iniziate le ricerche dell'investitore, che sono terminate dopo circa un'ora a casa dello stesso, dove è stato ritrovato il veicolo a cui il proprietario aveva già provveduto a sostituire con un cartone il vetro posteriore andato in frantumi a seguito dell'urto».

«Dalla visura della documentazione - ha proseguito il comandante Cassano -, il veicolo è risultato privo di copertura assicurativa e per tale motivo è stato sottoposto a sequestro amministrativo ai sensi dell'articolo 193 del codice della strada. Sono ancora in corso le indagini per ricostruire la dinamica dell'incidente anche se il conducente, in attesa di conoscere il referto medico del ragazzino, rischia di essere denunciato a piede libero per la violazione dell'articolo 189 del codice della strada che prevede la pena della reclusione da un anno a tre anni e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un periodo non inferiore ad un anno e sei mesi e non superiore a cinque anni».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI