×
×
☰ MENU

INTERVISTA

L'assessore Caterina Bonetti: «Coi fondi del Pnrr realizzeremo nuovi asili e scuole»

L'assessore Caterina Bonetti: «Coi fondi del Pnrr realizzeremo nuovi asili e scuole»

di Luca Molinari

04 Agosto 2022,03:01

La sfida più importante è quella di realizzare nuove scuole e asili sfruttando l'arrivo dei fondi del Pnrr. A questi progetti di grande respiro si intersecano tante altre iniziative che toccano la quotidianità delle famiglie, dei bambini e dei giovani, profondamente provati da due anni e mezzo di pandemia.

Caterina Bonetti, neo assessore ai Servizi educativi e alla transizione digitale, ha le idee chiare: «Una questione assolutamente prioritaria è il supporto alle famiglie, ai bambini e ai ragazzi per evitare che perdano ancora momenti di socialità e scambio, dopo due anni e mezzo di restrizioni - osserva - Per questo siamo già al lavoro per garantire una scuola aperta, che possa andare oltre la didattica ordinaria con l'aiuto del mondo dell'associazionismo e dello sport. Su questo tema lavoreremo in squadra con Beatrice Aimi, soprattutto per contrastare il forte disagio tra i giovani che sta emergendo. La scuola rappresenta uno snodo importante del nostro agire».

Dal momento dell'insediamento Caterina Bonetti si è dedicata alle prime emergenze e ha incontrato i lavoratori comunali dei settori che riguardano le proprie deleghe. «Nei primi dieci giorni ho incontrato i dirigenti e le posizioni organizzative per avere un'idea concreta dell'operatività della macchina comunale - spiega - In ambito scolastico invece abbiamo dovuto affrontare subito la questione dei corsi serali; anche se il tema non riguarda direttamente il comune, abbiamo fatto da tramite rispetto alle problematiche sollevate. Ci siamo anche interessati della questione spazi per il Cta, Centro formazione adulti di via Spezia, per poi cercare di avviare un primo confronto con i dirigenti scolastici e raccogliere osservazioni, criticità e, più in generale, tutto quanto è propedeutico alla partenza del nuovo anno scolastico».

Nell'ultimo consiglio comunale sono state stanziate più risorse per il trasporto scolastico, per garantire un trasporto scolastico di qualità agli alunni della Rodari e della Anna Frank, costretti ad andare in «trasferta» in altri edifici a causa dei lavori in corso nelle loro scuole. «Volevamo garantire l'ingresso ai bambini rispettando gli orari di ingresso e uscita in essere, riducendo così al minimo i disagi per le famiglie - precisa Caterina Bonetti -. L'intento è anche quello di lavorare non solo sul servizio scolastico di base ma anche sul pre e post scuola».

L'obiettivo è anche quello di ridurre le liste d'attesa sfruttando al meglio l'arrivo dei fondi del Pnrr. «La delega all'innovazione tecnologica si lega strettamente all'arrivo dei fondi del Pnrr - sottolinea l'assessore - Siamo già al lavoro per produrre nuove progettazioni e portare avanti i finanziamenti in corso di assegnazione. La speranza è che queste elezioni non provochino dei ritardi pesanti nella distribuzione delle risorse. Per quanto riguarda le liste d'attesa, bisogna puntare alla realizzazione di nuove strutture, ma anche dar vita a progetti pilota per creare spazi educativi e ricreativi per le famiglie».

Quanto alle altre deleghe, «il settore delle biblioteche può contare su tante strutture di alto livello - rimarca Caterina Bonetti - mi piacerebbe promuovere delle progettualità molto significative per incrementare il piacere della lettura e far conoscere a sempre più parmigiani i servizi offerti. Dovrà inoltre partire a breve l'attività della nuova biblioteca nel quartiere Montanara».

Su diritti e pari opportunità ci sono tanti progetti attivi. «Bisognerà, da un lato, mantenere i rapporti con le associazioni e i mondi da sempre molto attivi a Parma su queste tematiche e, dall'altro, incrementare il lavoro in questa direzione. Per me il tema dei diritti civili è sempre stato centrale, mentre dal lato delle pari opportunità la Casa delle donne e le tante altre realtà attive sul territorio, stanno portando avanti progetti importanti, da sostenere. La città deve continuare a crescere nel suo profilo di città dei diritti». «Cercherò di incontrare il prima possibile tutte queste realtà - assicura - e poi bisognerà capire come lavorare al meglio con gli altri assessorati per quanto riguarda altre tematiche fortemente trasversali».

Infine i servizi cimiteriali. «Anche in questo caso il lavoro non manca - conclude Caterina Bonetti - si tratta di una delega di pari importanza rispetto alle altre».

Luca Molinari

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI