×
×
☰ MENU

Omicron e le ferie «spingono» la campagna

Al centro vaccini per una dose prima delle vacanze

Al centro vaccini per una dose prima delle vacanze

08 Agosto 2022,03:01

Vaccinarsi nella calura estiva, nella città semideserta, mentre tutti (o quasi) sono in vacanza, o impegnati ad organizzarla.

È la scelta di molti parmigiani, al punto che il centro vaccinale di Langhirano, viste le tante richieste, ha dovuto aggiungere date al calendario di agosto. E la città non è da meno, con oltre 500 vaccinazioni al giorno, fra prenotate e a libero accesso, nei giorni di apertura (tre questa settimana: oggi, mercoledì e sabato) nell'hub della Gazzetta, dove sono in funzione mediamente 6-7 ambulatori «presidiati» da una quindicina fra medici ed infermieri.

«Dal 13 luglio, data di inizio della campagna estiva di immunizzazione, dopo il disordine dei primi giorni, quando non era passato chiaramente il messaggio che era necessario per gli over 60 prenotare la quarta dose, c'è stato un progressivo incremento nelle richieste - dice Ines Tollemeto, referente medico dell'hub vaccinale della Gazzetta - Il meccanismo ora è ben oliato: la maggior parte delle vaccinazioni sono per le quarte dosi e prenotate. C'è anche spazio, in orario ridotto, per l'accesso libero, principalmente terze dosi, ma anche prime e seconde dosi».

A spingere nuovamente le vaccinazioni sono i timori per l'ondata di contagi causata dalle varianti Omicron (ieri a Parma 232 nuovi casi e due vittime), ma anche, spiega Tollemeto, il desiderio di affrontare le vacanze (che implicano maggior frequentazione di luoghi affollati e di mezzi di trasporto) con serenità, con un'immunità rafforzata.

Sono 14 le sedute vaccinali previste da oggi e fino a fine agosto nei quattro hub di Parma, Langhirano, Fidenza e Borgotaro. A Langhirano, come detto, è stato necessario aggiungere una giornata di apertura, perché, dice Tollemeto, «molti parmigiani si sono trasferiti in Appennino per sfuggire al caldo ed è più agevole farsi vaccinare nel centro più vicino».

A questi quattro centri si aggiunge, a Parma, la Casa della Salute per il bambino e l’adolescente di viale Fratti 32/1, dove i bambini tra i 5 e gli 11 anni possono accedere al ciclo primario (prima e seconda dose) con accesso libero venerdì 26 agosto dalle 14 alle 17.

La novità, nella campagna vaccinale, viene questa settimana dall'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, che ha autorizzato le seconde e terze dosi con il Novavax per chi ha iniziato l'immunizzazione con Pfizer e Moderna. Un'opportunità per gli allergici che hanno manifestato sgraditi effetti collaterali in occasione della prima dose. «Il Novavax contiene eccipienti diversi da Pfizer e Moderna e potrebbe essere meglio tollerato», dice Tollemeto.

m.t.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI