×
×
☰ MENU

Coppa Italia

Le pagelle dei crociati a Salerno

Le pagelle dei crociati a Salerno

di Paolo Grossi

08 Agosto 2022,03:01

Mihaila 7 - Il suo limite, e non da oggi, è che segna un gol ogni quattro o cinque occasioni. D'altra parte se fosse più cinico probabilmente non sarebbe in serie B. E quindi non resta che apprezzarne intanto la grande voglia con cui s'è riproposto dopo la deludente parentesi all'Atalanta, la velocità che sfoggia e anche i tempi con cui la scatena, sempre adeguati a cucire le ripartenze fulminanti dei crociati. Era stato anche toccato duro a una caviglia nel primo tempo, poi nel finale ha accusato crampi. Nel mezzo però tante iniziative a scompaginare la difesa avversaria e poi a siglare il provvidenziale raddoppio.

Chichizola 6,5 - Attento sulle rare conclusioni tra i pali, ha nei piedi il potenziale per un grappolo di assist nell'arco di una stagione. Nel finale va a acciuffare una strana palla sotto il sette.

Delprato 6,5 - Prova assai convincente: dalle sue parti vanno a cercare gloria in tanti ma lui si adatta a chi ha davanti e fronteggia ciascun avversario come si deve.

Romagnoli 7 - Una regia difensiva impeccabile. Si muove con intelligenza e mestiere ed è anche sfortunato quando centra la traversa su azione di calcio d'angolo.

Valenti 6,5 - Lo seguiamo con attenzione perché viene da due anno di quasi naftalina ma per ora non si direbbe. Se Pecchia lo restituisce al calcio merita una botte di vino da Vietti.

Coulibaly 6 - A sinistra si muove con generosità ma in fase di spinta non ha la proprietà tecnica per risultare decisivo. Pure sul piano della gamba è opaco ed esce coi crampi.

Estevez 6 - Meno lucido che contro il Lecce anche perché il Coulibaly avversario lo porta a spasso mettendolo alle corde. Però tiene botta e dà fastidio a tutti.

Juric 6,5 - In questo momento è imprescindibile perché garantisce corsa e interdizione in modo sempre più continuo. Sembra assai cresciuto rispetto all'anno scorso

Man 6 - Prima da titolare in stagione ed è tutt'altro che brillante. Quando può deve cercare l'1 contro 1 invece di divagare. In un paio di circostanze vanifica promettenti ripartenze.

Bernabè 6 - Cambia ancora ruolo e fa il vice-Vazquez ma non è efficace come in altre collocazioni. E' anche più «sporco» del solito sul piano tecnico ma c'è il suo zampino sul gol.

Inglese 6 - Una sola conclusione troppo fiacca ma una grossa mole di lavoro in entrambe le fasi. In questo Parma in cui tanti si stanno rigenerando c'è speranza anche per lui.

Camara 7 - Tocca pochi palloni ma il primo è determinante nella conquista della vittoria. Ha lavorato benissimo quest'estate raccogliendo ieri il primo frutto.

Benedyczak 6 - Subentra con lo spirito giusto come sempre e partecipa fattivamente all'azione del primo gol. La conferma che in questa stagione potrà dare una bella mano.

Sohm 6 - Una serpentina incredibile meritava il premio del gol. Poi si mette in mezzo a frenare le deboli contro-iniziative degli avversari.

Zagaritis 6 - Si mette lì con buona lena ma riceve anche l'unico giallo del Parma per un fallo da dietro a metà campo.

Bonny 6 - Uno spunto interessante e tanta corsa, talvolta a vuoto. Deve crescere ma ha potenzialità fisiche e tecniche.

Allenatore Pecchia 7 - La prima annotazione è che, (magari sarà un caso ma...), come spesso gli succedeva a Cremona, ha vinto con i cambi, E a Parma questo non succedeva da parecchio tempo. Poi registriamo un altro clean sheet contro una squadra di A dopo quello con il Lecce. E anche, soprattutto, l'atteggiamento sempre presente, attento, feroce della squadra. Insomma, un Parma che ricorda periodi belli e promette di rinverdirli. Ma non si dimentichi di chiedere i rinforzi che servono ancora.

Arbitro Pezzuto 6,5 - Subito un dubbio per un mani di Fazio in area, poi dirige una partita maschia col piglio giusto, dimostrando il polso necessario ora che si gioca per i punti.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI