×
×
☰ MENU

Politica

Botta e risposta Rossi-Serpagli: clima rovente in Comune a Bedonia

Botta e risposta Rossi-Serpagli: clima rovente in Comune a Bedonia

13 Agosto 2022,03:01

Bedonia

Non solo il clima. Ora ci sono anche le schermaglie politiche a rendere rovente l'estate bedoniese. Dai banchi della minoranza, Maria Beatrice Rossi, ex candidata sindaco alla guida di uno schieramento di area di centrodestra, del quale ora è capogruppo, ha sferrato un duro attacco alla giunta guidata dal sindaco Gianpaolo Serpagli.

Nel corso dell'ultimo consiglio comunale, la Rossi ha abbandonato l'aula leggendo una nota per giustificare la sua scelta.

Successivamente, ha affidato a un post il suo malumore, poi ripreso nel blog «Esvaso».

«Mancanza di verbali agli atti, omissione di dichiarazioni e interrogazioni da parte della minoranza, andirivieni di segretari comunali, mancanza di personale cui poter fare richieste» sono i motivi che hanno indotto l'esponente di minoranza a lasciare i lavori del Consiglio.

La Rossi ha quindi evidenziato che «il palazzo municipale è allo sfascio, specchio di un paese alla deriva con un’amministrazione assente sia nel centro che nelle frazioni ma partecipante attiva alle chiamate ecclesiastiche» con un sindaco «che ha provveduto sin da subito all’aumento del proprio stipendio comunale sostenendo di meritarselo».

Secondo la Rossi, la macchina comunale di Bedonia è «una Ferrari dal motore potente, ma senza pilota; un mezzo rombante ma scricchiolante tenuto in moto dai pochi funzionari rimasti, spesso svolgendo lavori non di propria competenza».

Le criticità sono, a dire della minoranza, molteplici. «La gestione dell’intero territorio comunale – ha affermato la Rossi - rispecchia la superficialità di quest’amministrazione: raccolta dei rifiuti e pulizia del paese carente; lavori di manutenzione ordinaria ritardati, rinviati o non previsti; manifestazioni ed eventi disorganizzati e sottotono; progetti in stand-by, di cui il Comune ha ricevuto finanziamenti, ma che non ha saputo ancora renderli esecutivi nonostante siano passati diversi mesi».

Dal canto suo, il sindaco Serpagli replica agli attacchi. «Leggere una lettera e uscire dall’Aula - ha affermato - rispecchia lo stile familistico della minoranza in cui la capogruppo, quando e se interviene, lo fa sotto dettatura. Non potevamo aspettarci nulla di diverso da una candidata che in campagna elettorale non voleva fare dibattiti se non con domande concordate. Appellarsi al verbale della seduta precedente o allo stipendio del sindaco, peraltro rimborsato dallo Stato, rispecchia un gruppo che non ha una visione del paese».

«Dire che la nostra amministrazione è immobile, credo sia un’offesa all’intelligenza comune - ha aggiunto -. In questi tre anni, con due di covid, siamo riusciti a far partire il progetto “Infanzia 365” (un modello per la gestione dell’infanzia che ci ha ripagato con un record di iscrizioni) e l’innovativo bando per la mensa scolastica con prodotti a km zero e bio. Senza aumentare le rette, anzi riducendole. Ricordo il rilancio della piscina comunale e del camping; il ritorno del Samp Camp e il sodalizio con la Spal, senza dimenticare le altre squadre».

Serpagli, poi, cita il calendario degli eventi («tantissime le iniziative») e ricorda i lavori ultimati: «la riqualificazione di via Monignor Checchi con l’allargamento del ponte sul rio dei Tufi, le frane di Casaleto e Romezzano, con contributi regionali».

Quelli in fase di ultimazione: «dai 500mila euro per la tombatura del Pelpirana, all’allargamento della strada per il Penna via Alpe». E quelli che entro l’anno andranno in appalto: «dagli 800mila euro del Pnrr sulle scuole medie per il miglioramento sismico; ai cimiteri di Carniglia e Caneso; alla nuova casa della Glen Miller Band con l’innovativa sala di co-working. E che dire dei bandi Pnrr, dove siamo arrivati quasi sempre nei primi posti?». Serpagli ammette le difficoltà «legate al personale e al reperimento del segretario, problema di carattere nazionale, ma questo non ci ha impedito di lavorare per il paese. Auspico che l’opposizione si soffermi meno sui verbali e si impegni di più per Bedonia».

M.R.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI