×
×
☰ MENU

Montechiarugolo

La partita del cuore per ricordare Luca Morabito

La partita del cuore per ricordare Luca Morabito

19 Agosto 2022,03:01

Montechiarugolo È già trascorso un anno da quel terribile 20 agosto. È già trascorso un anno senza Luca Morabito.

Il giovane è stato strappato ai suoi cari da un incidente mortale lungo via Resga, a una settimana dalle nozze, programmate per il 28 agosto, giorno in cui Luca avrebbe compiuto gli anni.

Il tremendo incidente è avvenuto lungo la strada che il 37enne di Basilicagoiano stava percorrendo in sella alla sua moto, come tutte le mattine, per recarsi al lavoro al Credem di Sant’Ilario d’Enza.

Quella di Luca Morabito è una tragedia che ha sconvolto due comunità: quella di Basilicagoiano, dove il giovane abitava da qualche anno, e quella di Basilicanova, in cui ancora vivono Lorenza e Bartolo, i suoi genitori.

Per ricordarlo, domenica 21 agosto sarà celebrata una messa in memoria di Luca alle 11 nella chiesa parrocchiale di Basilicanova.

Ma, per portare avanti l’impegno sociale di Luca, che era sempre attento ai bambini e a quanti sono in condizione di fragilità, i suoi genitori hanno deciso di organizzare un evento benefico.

La «partita del cuore di Luca e Flavio», così si chiama l’evento, sarà giocata sabato 1° ottobre nel pomeriggio al circolo Frontiera 70 a San Prospero. Oltre a Luca Morabito, con la partita sarà ricordato anche Flavio Azzi, instancabile e indimenticato presidente del circolo Frontiera 70.

In quest’occasione saranno raccolti fondi da destinare all’associazione Giocamico, che opera nei reparti dell’Ospedale dei Bambini di Parma.

«L’empatia e il sorriso erano i tratti distintivi che caratterizzavano le relazioni umane e professionali di Luca - ricorda il padre, Bartolo Morabito -. Mio figlio aveva una speciale predilezione per i bambini, e per quanti sono in condizioni di grave disagio sociale: a loro dedicava silenziosamente una parte della sua esistenza. Io e mia moglie Lorenza, i suoi genitori, portiamo e continueremo a portare avanti l’impegno sociale di Luca».

Stimatissimo e benvoluto dai suoi tantissimi amici, Luca era nato e vissuto sempre nel territorio di Montechiarugolo.

Prima a Monticelli Terme, poi a Basilicanova, dove ancora risiedono i suoi genitori, e infine a Basilicagoiano dove aveva acquistato un appartamento.

Dopo le elementari a Monticelli Terme, Luca aveva frequentato le scuole medie a Basilicagoiano.

Quindi si era diplomato all’Itis a Parma e, sempre in città, si era laureato in Economia e Commercio mentre già lavorava in banca. Grande appassionato di moto e viaggi, era impiegato presso la filiale Credem di Sant’Ilario d’Enza.

Riccardo Zinelli

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI