×
×
☰ MENU

Verso le elezioni

Pizzarotti candidato fuori Parma?

Pizzarotti candidato fuori Parma?

19 Agosto 2022,03:01

Il conto alla rovescia verso la scadenza della presentazione delle liste scorre inesorabile e la «nebbia» sulle candidature parmigiane inizia a diradarsi.

Vanolli contro Cavandoli?

Ieri è stata ufficializzata la scelta da parte del Pd di Michele Vanolli, segretario cittadino, come unico candidato parmigiano del centrosinistra nei collegi uninominali: correrà in quello della Camera che comprende tutta la nostra provincia a parte Salsomaggiore, Fidenza e Bassa Ovest e alcuni comuni reggiani in riva al Po. Una candidatura che, sulla carta, ha però scarsissime speranze, con la presenza del «terzo polo», di vittoria per la coalizione a guida Pd. Non ha ancora scelto, invece, la coalizione di centrodestra, ma è già certo che il candidato sarà espresso dalla Lega e sono in aumento le probabilità di riconferma di Laura Cavandoli, deputata uscente e capogruppo in consiglio comunale. Sarà questa l'unica sfida tutta «parmigiana» nei collegi uninominali, visto che il centrosinistra ha scelto la piacentina Beatrice Ghetti per l'altro collegio della Camera, mentre per quello del Senato ci sarà un candidato non Pd, ma altrettanto certamente anche non di Parma.

Campari nell'uninominale?

Sempre ieri si è saputo che il collegio uninominale del Senato per il centrodestra sarà assegnato a un candidato della Lega e non di Fratelli d'Italia. Salgono a questo punto le possibilità che il senatore parmigiano uscente Maurizio Campari possa essere il prescelto, con un'elezione più che possibile, visto che il centrodestra è dato in netto vantaggio in questo collegio che raggruppa tutte le province di Parma e Piacenza, i comuni di bassa pianura di Reggio Emilia e Modena e due comuni dell'Appennino Bolognese. Nel collegio piacentino della Camera dovrebbe invece essere candidato il «meloniano» Tommaso Foti.

Pizzarotti via da Parma?

Sempre ieri il «terzo polo» ha ufficializzato che i candidati parmigiani saranno espressi da «Azione»: si tratta del segretario provinciale Massimo Pinardi, della consigliera comunale di Parma Serena Brandini e di Matteo Ferroni. Solo oggi si saprà se saranno candidati all'uninominale o al proporzionale, ma intanto sembra allontanarsi la possibilità che l'ex sindaco Federico Pizzarotti possa fare la sua «corsa» elettorale a Parma. Questo perché potrebbero crearsi problemi di equlibri politici collegati alle alleanze in Comune, ma anche perché il suo nome di fatto escluderebbe la possibilità di poter raccogliere voti nell'elettorato centrista di centrodestra cui puntano sia Azione che Italia Viva. Per lui, a questo punto, si sta profilando una candidatura da capolista, o da secondo dietro a un «big» come Calenda, nel proporzionale alla Camera in un collegio dell'Emilia orientale. Oggi se ne dovrebbe sapere qualcosa in più, perché è prevista la firma dell'accettazione delle candidature da parte dei prescelti, per cui dovrebbero uscire allo scoperto i nomi dei «centristi» in corsa per il Parlamento.

Niente centrosinistra?

In ogni caso sembra ormai certo che il centrosinistra di Parma, per la seconda legislatura di seguito e nonostante la vittoria alle comunali di Parma, non avrà nessun parlamentare a rappresentarlo. La corsa di Vanolli appare quasi impossibile e per la Lori il seggio scatterebbe soltanto con un Pd fra il 40 e il 42% dei consensi nel collegio, quota mai raggiunta nelle ultime tornate elettorali. Per il centrodestra, dove è pressochè sicura anche la candidatura di Pietro Vignali nel proporzionale per Forza Italia, potrebbero esserci due parlamentari.

Gian Luca Zurlini

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 2
  • maribett

    19 Agosto 2022 - 18:03

    Purtroppo, visto l'esito delle elezioni scorse e quelle di cinque anni fa, non ne sarei tanto sicura ... i parmigiani sanno sorprendere anche i sassi della Parma!

    Rispondi

  • webparma

    19 Agosto 2022 - 09:25

    ...perchè a Parma non lo voterebbe più nessuno...

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI