×
×
☰ MENU

Elezioni di ottobre, ecco chi si è candidato. Boom di aspiranti a San Secondo

Elezioni di ottobre, ecco chi si è candidato. Boom di aspiranti a San Secondo

26 Agosto 2021,08:51

Giochi fatti in gran parte degli otto comuni chiamati alle urne 

Si scaldano i motori in vista delle prossime elezioni comunali. Sul nostro territorio domenica 3 e lunedì 4 ottobre si voterà in otto comuni (senza ballottaggio, perché tutti con meno di 15mila abitanti). 

Si tratta di Borgotaro (il primo cittadino uscente è Diego Rossi, presidente della Provincia), Busseto (Giancarlo Contini), Felino (Elisa Leoni, Fontanellato (Francesco Trivelloni), Neviano Arduini (Alessandro Garbasi), Sala Baganza (Aldo Spina), San Secondo (Antonio Dodi) e Traversetolo (Simone Dall'Orto). 

I candidati ufficializzati
Nella maggior parte dei comuni stati resi noti tutti i candidati che saranno della partita.  

A Felino il Partito Democratico punta su Guido Campanini per il dopo Leoni. Sempre a sinistra, sponda Psi, c'è Rosina Trombi. Il candidato del centrodestra è invece Filippo Casolari.

A Sala Baganza si ricandida il sindaco uscente Aldo Spina (centrosinistra), ma il centrodestra non ha ancora ufficializzato il nome dello sfidante.

A Fontanellato al momento due i candidati.  Civico, ma sostenuto dal centrosinistra, è Luigi Spinazzi. Avrà come avversario un altro civico, Ubaldo Arduini, sostenuto dai gruppi di minoranza.

Due i candidati che si sfideranno a Borgotaro: Marco Moglia (centrosinistra) e Cristiano Delmaestro (centrodestra).

Per il momento a Neviano l'unica candidata, civica, è l'attuale vicesindaco Raffaella Devincenzi.  

Quattro invece le liste in campo a San Secondo. Daniele Montagna sarà a capo della lista civica di cui farà parte anche il sindaco Antonio Dodi. Gianluca Delgrosso, Claudio Pezzarossa e Giulia Zucchi guideranno invece altre tre liste civiche.

A Traversetolo si ricandida il sindaco uscente Dall'Orto (centrodestra) e per il centrosinistra si presenta Gianfranco Tosi, candidato di Officina Traversetolo.

A Busseto infine la prima candidata sindaco è Elisa Guareschi, assessore uscente della giunta Contini, che sarà a capo di una lista civica di centrodestra.  
r.pro.


   Sala Baganza    

Centrodestra, ancora nessun nome. Azzolini: «Ma abbiamo il programma»

Si avvicina la scadenza per la presentazione delle liste eppure il Centrodestra a Sala Baganza, rappresentato dal gruppo «Sala Attiva», continua ad indugiare. Nessun nome ufficializzato, nessun «rumor» in merito.

 In attesa di tirare fuori dal cappello il nome del proprio candidato sindaco, anticipa però le linee guida del programma con il quale si presenterà alle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre.

 «Misure e soluzioni diverse dal passato per cambiare il volto di Sala, finora governata con il freno a mano tirato» afferma la capogruppo Tiziana Azzolini. Un programma che tocca i temi della viabilità, dell’edilizia scolastica, della cultura e dell’ambiente.

«La nostra proposta parte dalla creazione di un nuovo “passante stradale” che dal ponte sul Baganza arrivi alla Provinciale dopo l’abitato di Sala, liberando la nostra cittadina dall’oppressione del traffico, soprattutto pesante». 

«Per le scuole materne, elementari e medie servono poi edifici nuovi, pienamente sicuri ed adeguati ai tempi e alle necessità». 

Tra gli obiettivi del gruppo, la riqualificazione dei Boschi di Carrega. 

«Proponiamo di abolire i vincoli che oggi penalizzano la cosiddetta fascia di Pre-Parco, dove devono invece valere per tutti le sole regole della normale urbanistica comunale, per dare a chi ci vive e ci lavora un respiro adeguato, favorire investimenti di pregio che, nel rispetto dell’ambiente, sfruttino la bellezza, il fascino dei luoghi e la loro integrità. Queste ambizioni richiedono risorse che dovranno essere trovate innanzitutto nell’iniziativa privata di soggetti disposti ad investire a Sala e che finora sono stati lontani per colpa di una burocrazia pelosa e di pregiudiziali politiche ed ideologiche».

Eugenia Carpana


   Montagna    

«Borgotaro in Comune» sostiene il candidato del centrosinistra Moglia

Il portavoce: «Ci ha colpito la sua volontà  di ricucire le ferite» 

Aggiunto un altro tassello al quadro delle amministrative di Borgotaro: il movimento civico «Borgotaro in Comune» appoggerà il candidato del centrosinistra Marco Moglia e la sua lista. «È il momento di essere responsabili - si legge nella nota -. Ci sono momenti cruciali per la storia di una comunità, soprattutto se piccola e di una zona di montagna. Momenti in cui occorre mettere in secondo piano gli aspetti personali e le vecchie ruggini e oltrepassare le difficoltà del passato, usandole come spunto di riflessione per il miglioramento, superando divisioni per far prevalere il valore assoluto del bene comune». «I prossimi anni saranno cruciali per la tenuta di Borgotaro e della Valtaro: tante sfide, legate all’ambiente, allo sviluppo sostenibile, alla salute, chiedono, e sempre più chiederanno, l’impegno totale, la dedizione di persone capaci; personalità che, con la autorevolezza, competenze, capacità di ascolto e il buon esempio, dovranno essere in grado di saper unire e tenere unita una comunità», fa sapere il portavoce Marco Cacchioli. La decisione di appoggiare Moglia (ancora non sono stati ufficializzati però eventuali nomi da inserire in lista), è maturata dopo un dialogo con tutte le forze politiche. «Lo faremo condividendo contenuti legati ai settori dell’ambiente, della salute e della compartecipazione attiva e diffusa. Moglia, con la sua storia personale e professionale, rappresenta una figura di garanzia: ci ha colpito la sua volontà ferrea di ricucire le ferite, frutto di eventi spesso riconducibili a fattori esterni alla società locale, e di riunificare una comunità. L’esperienza degli ultimi anni deve essere presa come insegnamento, come monito, per non tornare in situazioni, per altro insostenibili, di divisione e incomprensione». Ora, manca solo la decisione di Gabriella Olari che, con Federico Rolandi di Forza Italia, aveva dichiarato che non avrebbe sostenuto Cristiano Delmaestro «per motivazioni legate al metodo con il quale è avvenuta la scelta». 

Monica Rossi


   Fontanellato   

Elezioni,  Arduini scende in campo

La lista  riunisce i gruppi di minoranza

 In vista delle amministrative del prossimo ottobre, scende in campo ufficialmente anche l’avvocato Ubaldo Arduini come candidato sindaco della lista civica «Cittadini in Comune» che riunisce gli attuali gruppi di minoranza in consiglio. 
«Il progetto Cittadini In Comune nasce da un’esperienza di 5 anni all’opposizione in consiglio comunale, a contatto diretto con i cittadini, e dalla volontà di un gruppo di giovani e meno giovani, che hanno scelto di unire le loro competenze e le loro idee con spirito di servizio per il bene della comunità» spiega Arduini, sottolineando anche l’impostazione puramente civica della coalizione. «Non ci sono partiti politici dietro il paravento di una lista civica, bensì, semplici persone indipendenti riunite col solo obiettivo di proporre una alternativa democratica con un programma di cose da fare. La nostra lista non intende far leva su una opposizione politica o ideologica, ma piuttosto concentrarsi su un una nuova idea di Comune e di cittadino, che deve tenere conto dell’era in cui viviamo, delle tematiche che sono all’ordine del giorno come la sostenibilità ambientale, l’educazione civica e sociale, la sicurezza ed i canali di comunicazione più utilizzati per fare richieste, proposte, commenti ed osservazioni». Già pronti da depositare, entro il 4 settembre, lista e programma elettorale. «Abbiamo fondato il nostro programma su parole chiave come umiltà, disponibilità, partecipazione, innovazione, inclusione, cambiamento e concretezza. Il nostro obiettivo è ambizioso: vogliamo coinvolgere tutti. Proponiamo attività concrete di educazione e partecipazione, rivolte a tutti i cittadini, di qualunque età, che abbiano voglia di partecipare ed essere coinvolti in seminari, corsi di formazione e giornate di incontro. Al centro della nostra attenzione c’è il cittadino con tutti i suoi bisogni. Se il 3 e il 4 ottobre i fontanellatesi decideranno di darci fiducia, ci metteremo subito al lavoro con impegno e passione per la realizzazione di ciò che ci siamo impegnati a fare». 
Con la candidatura di Arduini, che si aggiunge a quella di Luigi Spinazzi per Fontanellato Progresso, il «quadro» dovrebbe essere completo visto che, a una settimana dalla presentazione delle liste, non si vocifera di altri possibili candidature. 

Chiara de Carli
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI