×
×
☰ MENU

Fontevivo

Sfascia l'auto e aggredisce col crick l'amico che ha difeso la moglie: arrestato il 40enne

Fermato uomo a Fidenza per vandalismo

07 Dicembre 2021,12:08

A chiamare i carabinieri, allarmati, sono stati diversi cittadini: era la mezzanotte del 2 dicembre e un uomo stava distruggendo un Mercedes parcheggiato fuori dalla sua abitazione a Fontevivo.

Le informazioni, contrastanti, provenienti da persone coinvolte o da attoniti testimoni parlavano di aggressioni, speronamenti, danneggiamenti, e di una lite in famiglia. A quel punto i carabinieri della Compagnia di Fidenza hanno immediatamente dirottato tutto il personale disponibile. All’arrivo a Fontevivo  è stata trovata la Mercedes con tutti i vetri rotti e parzialmente accartocciata, dopo aver colpito il muro di una casa.

All’interno dell’abitazione i sanitari del 118 hanno prestato i primi soccorsi a un giovane, con evidenti ferite alla testa, e a due donne, con ferite meno gravi. Nel frattempo, un’altra segnalazione al 112 riferiva di un’auto (dello stesso modello e colore di quella dell’uomo che aveva colpito il giovane e distrutto il Mercedes) che aveva tentato di sfondare la porta di una casa a Noceto.

I carabinieri di Fidenza, col supporto di quelli di Salsomaggiore, hanno velocemente ricostruito l’accaduto. Durante una cena tra due coppie di amici, a Fontevivo, gli animi si erano surriscaldati per futili motivi. Quando il padrone di casa è passato dalle minacce ai fatti, aggredendo la moglie, il giovane ospite si sarebbe intromesso per impedire che la situazione degenerasse.

Il padrone di casa, un quarantenne di origini pugliesi, "non avrebbe gradito" e sarebbe partita una colluttazione che ha coinvolto tutti i presenti. Calmato a stento, l’uomo è uscito di casa, allontanandosi a piedi. La speranza che si fosse calmato è durata poco: l'uomo è tornato, armato di crick, ed ha iniziato ad accanirsi contro la macchina dei suoi ospiti. La situazione e’ degenerata in fretta e l’uomo, rientrato in casa, ha anche colpito l’amico in testa.

Tra le urla delle donne, e le chiamate al 112 dei vicini di casa, si è quindi diretto verso la sua macchina e, per guadagnare la strada, ha speronato il Mercedes facendolo schiantare contro il muro di casa. A quel punto, ha raggiunto la residenza degli amici, a Noceto, danneggiando la porta di casa e minacciando la sorella del ragazzo che aveva colpito col crick.

I carabinieri, messi in sicurezza tutti i coinvolti, hanno diramato le ricerche del responsabile delle violenze. Mentre la mattina successiva le due donnne e i testimoni venivano sentiti in caserma a Fontanellato, la vittima dell’aggressione era tenuta sotto osservazione in ospedale a Fidenza. Cruciale, per l’epilogo, è risultato il costante monitoraggio della macchina dell’uomo, rinvenuta senza benzina nel territorio di Noceto. E nel pomeriggiol'uomo, a piedi, è stato fermato mentre cercava di raggiungerla, dopo 15 ore di fuga.

I carabinieri di Fidenza, sempre con il supporto di quelli di Salsomaggiore, vista la presenza di gravi indizi di colpevolezza e di pericolo di fuga, hanno sottoposto il sospettato a fermo di indiziato di delitto con accuse varie, tra le quali quelle di tentato omicidio. Il fermo è stato convalidato dal gip e l’uomo trattenuto in carcere in custodia cautelare.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI