×
×
☰ MENU

carabinieri

Evade dai domiciliari a Fontanellato, ruba un'auto e tenta due rapine a Parma: 42enne in carcere

Evade dai domiciliari a Fontanellato, ruba un'auto e tenta due rapine a Parma: 42enne in carcere

31 Dicembre 2021,11:52

Gli arresti domiciliari gli andavano "scomodi". E così un pericoloso pregiudicato 42enne italiano ha pensato di evaderne, rubare un'auto, caricarla di bagagli e poi tentare due rapine.

E' successo tutto nella giornata di ieri e il finale che l'uomo sperava è stato mandato a monte dai Carabinieri della Compagnia di Fidenza.

La mattinala Stazione Carabinieri di Fontanellato ha ricevuto la denuncia del furto di un’auto compiuto nel garage di una abitazione del paese. La descrizione delle modalità ha fatto intuire al militare in servizio chi poteva essere l'autore, ossia un uomo ai domiciliari nella sua abitazione in paese. 

Arrivati lì, i carabinieri hanno constatato che il 42enne non era a casa. E a quel punto hanno immediatamente iniziato ad analizzare i sistemi di videosorveglianza pubblici e privati presenti in zona, in  sinergia con la polizia locale.

In questo modo sono stati ricostruiti gli spostamenti del veicolo, rintracciato nel primo pomeriggio a Bianconese di Fontevivo, con all’interno proprio il sospettato intento a drogarsi. L'auto rubata portava i segni d'effrazione sulla portiera e sul nottolino d’accensione. La perquisizione dell'uomo e del veicolo ha permesso di trovare circa 2 grammi di cocaina destinate all’uso personale, 500 euro in contanti, un coltello con lama da 14 cm ed un giravite  usato per forzare il veicolo. Ha destato particolare sospetto vedere la vettura carica di valige.

Gli ulteriori approfondimenti investigativi, condotti in coordinamento con i Carabinieri delle Compagnie di Fidenza e Parma hanno portato a cristallizzare gravi indizi di colpevolezza a carico del 42enne per una tentata rapina ed una rapina commesse a Parma, entrambe con la minaccia di un coltello. La prima è avvenuta in viale Fratti, non andata a buon fine per la reazione della vittima, un uomo che però nella colluttazione nata con il rapinatore è stato lievemente ferito alla mano dal coltello.

La seconda è stata commessa in via Osacca , vittima una donna alla quale il 42enne, coltello in mano, ha rubato il cellulare dopo averla spintonata a terra e procurandole lievissime lesioni.

E così il finale d'anno è stato lo spalancarsi delle porte del carcere di via Burla.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI