×
×
☰ MENU

NUTRIZIONE

«Quei cibi a tutta salute che vanno sempre messi nel carrello della spesa»

Il ruolo della dieta: intervista a Leone Arsenio

«Quei cibi a tutta salute che vanno sempre messi nel carrello della spesa»

di A.C.

08 Maggio 2022,18:54

Ormai è noto a tutti che mangiar sano è la migliore strategia per prevenire i tumori e stare in salute. Le abitudini alimentari non idonee rientrano tra i fattori di rischio definiti modificabili, in quanto dipende da noi rimuoverli in favore di un’alimentazione corretta ed equilibrata, con un occhio alla bilancia e all’indice di massa corporea, premessa necessaria di un organismo sano e in forma.

Ovviamente, non esiste alcun alimento miracoloso che, da solo, possa proteggerci dal rischio di contrarre malattie e tumori, ma a fare la differenza è spesso il gioco di squadra di più alimenti. La raccomandazione è di diffidare dalle soluzioni veloci, spesso proposte da sedicenti esperti di nutrizione che, non di rado, si rivelano delle fake news e ci svuotano anche il portafoglio.

Le linee guida sulla prevenzione dei tumori dell’American cancer society (ACS) si basano su tre raccomandazioni principali: seguire un modello alimentare sano a tutte le età, raggiungere e mantenere un peso forma per tutta la vita, essere fisicamente attivi. Con Leone Arsenio, specialista di endocrinologia e malattie del ricambio ed esperto di nutrizione, ci concentriamo sull’alimentazione.

«La prima raccomandazione è seguire la dieta mediterranea, che deve includere: alimenti ricchi di nutrienti in una quantità che permetta di raggiungere e mantenere un peso corporeo adeguato; verdure in maniera equilibrata e variegata, di tutti i colori, dal verde scuro, al rosso all’arancione; legumi ricchi di fibre e proteine; frutta, in particolare intera e di tutti i colori; cereali integrali, particolarmente utili perché la fibra che contengono è associata a micronutrienti, per esempio, i folati».

Quali i cibi da limitare o evitare?

«Carni rosse e trasformate, bevande zuccherate, alimenti altamente processati e prodotti a base di cereali raffinati. I cibi ultraprocessati, già pronti, sono spesso scelti a causa della loro convenienza, facilità di preparazione e resistenza al deterioramento per la presenza di additivi, che spesso risultano essere dannosi per la salute. Le bevande zuccherate, come bibite analcoliche, aromatizzate alla frutta, sportive ed energetiche, rappresentano la principale fonte di zuccheri aggiunti nelle diete statunitensi e il 12% della popolazione ne beve più di tre al giorno».

Un bicchiere di vino è consentito?

«Certo, ma con qualche accortezza: per le bevande alcoliche, mai superare le soglie di 10 grammi al giorno (1 unità alcolica) per le donne e 20 grammi al giorno (2 unità alcoliche) per gli uomini, cioè circa 1 bicchiere di vino di 10-11 gradi per le donne e 2 bicchieri per gli uomini».

C’è un alimento che nella dieta non deve assolutamente mancare?

«Un alimento tipico della dieta mediterranea, spesso sottovalutato o dimenticato, è l’olio extravergine d’oliva (Evo), tradizionalmente adoperato nella cucina italiana, che non deve essere confuso con l’olio di oliva, che, invece, è ottenuto da un taglio di olio di oliva raffinato e di oli di oliva vergini. L’Evo è il prodotto ottenuto per estrazione meccanica dai frutti dell’Olea Europa, mentre l’olio d’oliva si ottiene, tra le altre cose, anche attraverso il processo di deodorazione che mira a correggere i difetti analitici e sensoriali tramite processi chimici e fisici e lo priva del suo contenuto di vitamine e di antiossidanti».

Quali sono gli effetti sull’organismo?

«Il consumo regolare di Evo è correlato con un miglior profilo glicemico e cardiometabolico e riduce la frequenza di eventi cardiovascolari e tumorali. L’olio extravergine di oliva è una miniera di antiossidanti, tra cui la vitamina E, il tocoferolo e diversi composti fenolici. Inoltre, la storia dell’olivo e dell’Evo è antichissima: ad Ebla, nel nord della Siria, sono state trovate tavole del III millennio a.C che vi fanno riferimento. Anche nella Bibbia ci sono tante citazioni: dopo il diluvio la colomba porta a Noè un ramoscello d’olivo».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI