×
×
☰ MENU

Difesa del suolo

Bacini dei torrenti Parola, Rovacchia e Rovacchiotto: programmati i lavori di manutenzione

Bacini dei torrenti Parola, Rovacchia e Rovacchiotto: programmati lavori di manutenzione

17 Maggio 2022,13:41

Nuove barriere di protezione, sistemazione delle sponde e degli alvei dei torrenti, manutenzione della vegetazione. Con l’obiettivo di garantire la sicurezza nei bacini dei torrenti Parola, Rovacchia e Rovacchiotto, nel parmense.

Si è appena conclusa la procedura di affidamento per i lavori di manutenzione, finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con 64mila euro, finalizzati al ripristino della funzionalità idraulica in alcuni corsi d’acqua di pianura che attraversano i comuni di Fidenza, Soragna e Fontanellato. Nei cantieri verranno eseguiti lavori finalizzati alla riduzione dei rischi nei centri abitati e nei quartieri industriali, al mantenimento della funzionalità di attraversamenti stradali, infrastrutture viarie e ferroviarie, e al miglioramento dell’efficienza dei corsi d’acqua. L’intervento è attuato dall’Ufficio territoriale di Parma dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e Protezione civile e rientra nel Piano dei primi interventi urgenti di protezione civile 2021.

 Gli interventi
Le opere saranno realizzate principalmente all’interno degli alvei dei corsi d’acqua e toccano diverse zone: nel torrente Rovacchia sono previsti lavori in località Vittoriosa, al confine tra i comuni di Soragna e Fontanellato, e in località Toccalmatto, alla confluenza dei torrenti Rovacchiotto e Parola nel Rovacchia, tra Fidenza e Fontanellato. Nel comune di Fidenza, inoltre, si interviene nel torrente Rovacchia in località Case Fanti, Cabriolo, Case Vecchi e in località Ponte Rovacchia, a valle dell’attraversamento della Via Emilia, e in località Parola, in corrispondenza della statale.

Gli interventi prevedono operazioni di taglio della vegetazione, arbusti e alberi, con la potatura degli esemplari più pregiati. Saranno inoltre regolarizzate le sponde e riprofilati gli alvei movimentando materiale come pietre e ghiaia; per contenere eventuali fenomeni franosi che possono colpire le sponde, saranno costruite delle difese in massi ciclopici e opere di ingegneria naturalistica.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI