×
×
☰ MENU

SALA BAGANZA

La «Cosèta d'Or» alla cantina Ca' Nova ma scarto minimo fra i produttori

Ieri il grande giorno della malvasia. Spina: «Tanti vini di altissima qualità»

La «Cosèta d'Or» alla cantina Ca' Nova ma scarto minimo fra i produttori

di Riccardo Zinelli

17 Maggio 2022,08:37

Sala Baganza Serata di festa al festival della Malvasia di Sala Baganza. Ieri sera sono stati incoronati i vincitori del concorso «Cosèta Malva Spritz», della gara di golf organizzata da «Golf del Ducato Ssd», dell’ambito premio «Cosèta d’Or» e del premio «Cosèta di Legno».

Il primo riconoscimento assegnato è stato per i ragazzi allievi dell’Istituto Solari-Magnaghi di Salsomaggiore. «Grazie a questo concorso - ha spiegato il presidente della Proloco di Sala, Aldo Stocchi - abbiamo scoperto talenti eccezionali fra questi ragazzi, che si sono messi in gioco per creare il loro cocktail».

Dopo gli interventi di Maurizio Dodi, presidente del Consorzio di Tutela dei vini dei colli di Parma, di Anna Maria Compiani, delegata di Parma per l’Associazione Italiana Sommelier, dell’assessore al Turismo Giulia Alfieri e del sindaco Aldo Spina, è stato lo studente Marcello Tonelli ad essere eletto vincitore assoluto. Dato che Tonelli era assente per motivi di lavoro, il premio è stato ritirato dal professor Mario Santoro. Sono poi saliti sul palco i premiati della competizione golfistica. Massimo Abati, con 41 punti, ha conquistato la vittoria nella Prima categoria.

L’assegnazione della «Cosèta d’Or» si è fatta attendere. E la competizione per conquistarla è stata molto serrata. «È stata un’edizione che ha visto concorrere vini di altissima qualità - ha sottolineato il sindaco Aldo Spina -. Lo scarto in classifica è stato minimo. Questa è la prova della bontà del lavoro dei nostri produttori, che è tangibile proprio nell’anno in cui vediamo i frutti delle tante collaborazioni avviate per valorizzare la Malvasia e il territorio di Sala».

Prima della lettura del vincitore è nuovamente intervenuto Dodi. Oltre a lui sul palco anche Giovanni Pattoneri, esponente del Gal di Parma e Piacenza, e Mauro Lamoretti in rappresentanza della Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma.

A trionfare nella «Cosèta d’Or» è stata la Malvasia della cantina Ca’ Nova, rappresentata da Tommaso Moroni Zucchi. Ad ottenere la «Cosèta di Legno», assegnata da una giuria popolare, è stata invece l’azienda agricola Lamoretti, rappresentata da Giovanni Lamoretti. Dopo la premiazione, la ricca cena in compagnia.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI