Sei in Provincia

Welleda Tomasi Cantù, un ventennale a New York ricco di soddisfazioni Gallery

15 aprile 2018, 19:54

Chiudi
PrevNext
1 di 0

Si è svolta nei giorni scorsi la tradizionale festa della Valtarese Foundation a New York, arrivata quest’anno alla ventottesima edizione, in cui è stato messo all’asta un quadro della pittrice parmigiana Welleda Tomasi Cantù.
L’artista, conosciuta da anni nella Grande Mela, ha festeggiato il ventennale della sua partecipazione all’appuntamento fisso con il “Dinner & Dance” newyorkese, e ha preparato appositamente un quadro olio su tela 70x50 cm, dal titolo “Flowers along the Taro’s river” e raffigurante colorati iris e girasoli su uno sfondo fluviale.
Welleda Tomasi, da sempre sensibile alle iniziative degli italiani all’estero, in particolare con sfondo umanitario e benefico, anche quest’anno ha voluto fare omaggio di una sua opera, affinchè il ricavato dell’asta possa essere di aiuto - insieme alle altre raccolte fondi portate avanti dalla fondazione dei valtaresi a New York - all’Ospedale di Borgotaro, terrà alla quale è particolarmente legata e di cui è diventata cittadina onoraria.
Ad aggiudicarsi l’opera Stefano Filiberti, assicuratore originario di Bedonia, da anni residente a Manhattan. 


Nei giorni successivi la pittrice parmense è stata ricevuta in forma ufficiale dal Console Generale d'Italia a New York Ministro Plenipotenziario dottor Francesco Genuardi, con cui ha avuto modo di parlare di alta cultura e da cui è stata invitata ad esporre con una mostra personale all’Istituto Italiano di Cultura della Grande Mela.
Welleda Tomasi Cantù ha consegnato al Console Generale una pregiata pubblicazione su Maria Luigia e i suoi trascorsi nella Val di Taro, unitamente ai saluti della direttrice del Museo Glauco Lombardi di Parma Francesca Sandrini e un cadeau del sindaco di Borgotaro Diego Rossi, comprendente un volume e lo stemma del Comune.
La pittrice parmense, orami conosciuta nel jet set internazionale, a seguito di un invito, sta programmando di recarsi a Dubai per portare una delle sue famose opere raffiguranti girasoli e iris negli Emirati Arabi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA