Sei in Provincia

eventi

Ferragosto: dove andare e cosa fare stasera

15 agosto 2019, 16:12

Ferragosto: dove andare e cosa fare stasera

GIORNATE TUTTE DA VIVERE TRA PROCESSIONE, MOSTRE E TORNEI
Saranno giornate dense di appuntamenti quelle  di ferragosto a Calestano. 
Oggi sarà aperta per tutto il giorno nelle vecchie carceri sotto al municipio la mostra «Parma in Tavola» dell’artista Santino Valenti, raccolta di sculture lignee, delle eccellenze alimentari e dei piatti tipici della Food valley. 
Dalle 15 prenderà il via il 14° Torneo Sergio Cattani di Scala 40, all’ombra del viale, il organizzato del Circolo Ricreativo Calestanese «Val Baganza». 
La sera si terrà la tradizionale processione con la statua della Madonna e a seguire, a cura dell’Avis, tombola ed estrazione della lotteria (primo premio una e-bike).

CASTELLI DEL DUCATO
"TABERNA MEDIEVALE" A VARANO, VISITE GUIDATE A TORRECHIARA
Anche nella settimana di Ferragosto, per chi trascorre le vacanze lontano dal mare o dalla montagna, il circuito dei «Castelli del Ducato» di Parma, Piacenza e Pontremoli offre una piacevole alternativa di svago. Oggi  alle 11, alle 15 e alle 17 - il castello di Varano de’ Melegari ospiterà il suggestivo evento tematico dal titolo «La taberna medievale»: tra giochi, musica e danze, ma anche succulenti pietanze e vino a volontà, si potrà «fare» un tuffo nel passato con allestimenti tematici, approfondimenti storici e curiosità - per scoprire il fascino senza tempo delle taverne medievali. L’evento si terrà anche in caso di maltempo. Prenotazione consigliata. Possibilità di visitare anche il castello. Info: 327/3797253 oppure il sito internet www.castellodivarano.it. 
Oggi al castello di Torrechiara, che sarà aperto dalle 10 alle 16, è prevista una suggestiva visita in abiti medievali dal titolo «Bianca e la corona sospesa»: la prima sarà alle 10.30 mentre la seconda alle 11.45. Per chi vuole, alle visite in castello è abbinata una degustazione guidata di prodotti locali. Info: 328/2250714 oppure assaporaparma@assaporaparma.it. 
 

NOCETO
A COSTAMEZZANA FESTA DELL'ASININA
Costamezzana di Noceto. Festa dell’asinina a Costamezzana sulle colline di Noceto fino a sabato  a cura della Pro Loco guidata dal presidente Nelso Bazzini. L’appuntamento tradizionale, giunto alla 34° edizione, è l’evento dell’anno per la piccola frazione che ha dato i natali a Biagio Pelacani, situata lungo il camino della Via Francigena. Nel campo parrocchiale saranno al lavoro tanti volontari per allestire le tavolate, cucinare e garantire il perfetto svolgimento di una manifestazione che attira da sempre un pubblico numeroso da tutto il territorio. La festa propone buon cibo, musica, ballo, divertimento e svago al fresco: il piatto forte è lo stracotto di asinina servito con la polenta, ma ci saranno anche la carne alla griglia, la polenta fritta e con il gorgonzola, salumi misti, patatine, dolci e vini nostrani della Val Parola. La serata di ferragosto sarà all’insegna della tradizione con l’Orchestra di liscio Roberto Polisano.

 

AL "CASEIFICIO DELLA MUSICA BERTINELLI" DIVERTIMENTO E BUONA TAVOLA
A partire da oggi  e fino domenica al «Caseificio della musica-Bertinelli», di via Medesano 1, il puro divertimento andrà «a braccetto» con la buona tavola. Oggi si celebrerà il Ferragosto in grande stile: alle 10 aprirà la piscina mentre all’ora di pranzo, si potrà degustare un menù di mare, o in alternativa alla carta, nell’Hosteria affacciata sulla piscina; nel pomeriggio prenderà il via un divertente schiuma party in piscina con vocalist, dj set e animazione e alla sera si potrà ballare nella sala «Le Club» con la disco a 360 gradi.

 

POLESINE ZIBELLO
FERRAGOSTO TRA GASTRONOMIA, MUSICA E FOLCLORE
Ad Ardola di Zibello, Ferragosto tra gastronomia, musica, folclore e fede in occasione della tradizionale Festa dell’Anatra promossa, nell’ambito della festa patronale di san Rocco, dal comitato Noi per Ardola col patrocinio del Comune di Polesine Zibello. Nel piazzale della chiesa, sia oggi che domani dalle 18, aperitivo con stuzzichini e, dalle 19, apertura della cucina con possibilità di gustare anatra al forno con patate, lasagne, bucaneve, culatello di Zibello, spalla cotta, salumi misti, torta fritta, dolci. Inoltre oggi dalle 20.30, nell’ambito dell’iniziativa «Viviamo l’Estate» promossa dal Comune, tornerà ad Ardola il «revival» del Concerto Cantoni (che, in passato, ha più volte animato il paese in occasione della festa patronale) con il maetro Corrado Medioli alla fisarmonica e il maestro Eugenio Martani a clarinetto e sax.

SISSA TRECASALI
UN GRANDE "FERRAGOSTO SUL PO" DA GUSTARE TRA BUONA MUSICA, PIATTI TIPICI E FUOCHI D'ARTIFICIO
Ci saranno piatti tipici della tradizione, il concerto dei Mé Pék e Barba e poi i classici fuochi d’artificio sull’acqua per il tradizionale «Ferragosto sul Po», che si ripeterà oggi, nell’area de «Lo Storione» al parco «Boschi Maria Luigia» di Coltaro di Sissa Trecasali. 
Quello sulle rive del grande fiume è infatti un appuntamento classico dell’estate della Bassa, una delle iniziative più attese da chi è rimasto in zona o in città e non vuole perdersi una serata tra enogastronomia, musica e finale scoppiettante con i fuochi d’artificio grazie ad una fattiva collaborazione che vede in prima linea Comune di Sissa Trecasali, associazione Nautica di Torricella e staff de «Lo Storione». 
Il primo appuntamento della giornata è in programma già a pranzo. 
Poi, dalle 18, aperitivo sulla terrazza «Storione», recentemente ristrutturata dal Comune, mentre nell’area antistante la struttura ci sarà lo street food con panini con il culatello, tranci di pizza, salumi locali e birra: il tutto con il sottofondo musicale dei Mé Pék e Barba. 
Si arriverà così al momento del cenone (maggiori dettagli si possono trovare sul sito www.lostorioneristorante.it; prenotazioni al numero 0521 879827) e, dalle 22, prenderà il via il concerto dei Mé Pék e Barba che proporranno, inizialmente, canzoni legate al Po e al suo territorio, sia in italiano che in dialetto. 
Alle 23, infine, occhi rivolti al cielo per gli spettacolari fuochi d’artificio, offerti dal Comune ed introdotti dalle sinfonie verdiane e, a seguire, seconda parte del concerto dei Mé Pék e Barba all’insegna di brani con ritmi più incalzanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA