Sei in Provincia

WEEKEND

Storia e tradizione per salutare il 2019 - L'agenda della domenica

27 dicembre 2019, 15:40

Storia e tradizione per salutare il 2019 - L'agenda della domenica

   BASSA   

BUSSETO
Serata gospel nel teatro Verdi

Domenica alle 21.30, nel teatro Verdi di Busseto «Gospel fest» con  il gruppo gospel «Nate Brown & One Voice»

RONCOLE VERDI
Domenica Te Deum di fine anno

Domenica alle 11  a Roncole Te Deum di ringraziamento di fine anno. Alle 10 messa e Te Deum a Samboseto. 

SISSA
Al cinema «Rex il cane della regina»

Proiezione del film «Rex, il cane della regina» domenica alle 17 al teatro cinema di via Ferrari a Sissa.

TRECASALI
Serata danzante all’Arci Stella

Serata con l’orchestra Nicola Marchese domenica dalle 21.30 all'Arci Stella di Trecasali.

VIDALENZO
Presepe dedicato alla disabilità

Da Sabato fino all'Epifania, davanti alla chiesa parrocchiale di Vidalenzo, è possibile ammirare il grande presepio artistico realizzato da Eriberto Gobbi, dedicato al tema della disabilità. 

ZIBELLO
Mostra dei presepi nel teatro Pallavicino

Domenica dalle 14.30 alle 18 nel teatro Pallavicino di Zibello la mostra dei presepi organizzata dal comitato «Amici del Grande fiume».

   PARMA   

CITTADELLA
Tutti matti sotto zero: il circo in Cittadella

Negli accoglienti tendoni allestiti nel Parco della Cittadella si rinnova l’appuntamento con la rassegna di circo contemporaneo internazionale «Tutti matti sotto zero», organizzata e diretta dalla compagnia Teatro Necessario con il sostegno dell’assessorato alla Cultura del Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Regione Emilia-Romagna e Mibac e con la partecipazione di Ater-Associazione teatrale Emilia Romagna. 
SESTA EDIZIONE
L’iniziativa - giunta quest’anno alla sesta edizione - ha preso il via mercoledì e terminerà lunedì 6 gennaio. Il pubblico, di tutte le età, potrà assistere ad alcune eccezionali proposte di spettacolo. In questo primo fine settimana sarà protagonista, in prima nazionale, la compagnia francese «Bêtes de Foire-Petit Théâtre de Gestes», un successo internazionale firmato dalla coppia artistica (e anche nella vita di tutti i giorni) composta da Elsa De Witte e Laurent Cabrol, due autentici artigiani della scena: lui maestro nell’arte della goffaggine, mimo, clown, giocoliere, acrobata; lei sapiente intagliatrice e rammendatrice, assemblatrice di oggetti e stoffe. 
TRA FANTASIA E DOLCEZZA
Grazie ad un sapere artigianale e una profonda sensibilità poetica, i due artisti introdurranno gli spettatori nel loro immaginario, pieno di fascino, fantasia, dolcezza, mostrando anche il dietro le quinte del processo di creazione; sono loro gli unici personaggi in carne ed ossa di uno spettacolo che immerge il pubblico in un universo assurdo, comico ed emozionante, popolato da una moltitudine di bizzarri e colorati esseri (su richiesta della compagnia l’accesso è consentito l’accesso ai bimbi dagli 8 anni in su). 
A qualche centimetro dal proprio naso, scorreranno sulla pista una serie di numeri mozzafiato: acrobati, giocolieri, maghi, domatori…le «Bêtes de Foire» che danno il nome alla compagnia costruiranno davanti agli occhi stupiti ed emozionati degli spettatori un circo molto speciale, in miniatura, in cui si mescolano tutti i generi, dal teatro di figura a quello gestuale, dalla danza alla clownerie, dal mimo al clown, passando per il cinema muto.
SPETTACOLO ALLE 21
La formazione francese «Bêtes de Foire» si esibirà domenica alle 18. 
La rassegna si svolge sotto tendoni riscaldati e si svolgerà anche in caso di maltempo.  Agevolazioni sui costi dei biglietti per i possessori di carte Conad.
Capienza limitata, è consigliato l’acquisto in prevendita. Programma completo e biglietti online sul sito internet www.tuttimattipercolorno.it.

VISITE GUIDATE E SPETTACOLI
Laboratori e commedie:il programma nei musei 

Alla scoperta dei musei, delle biblioteche e degli spazi espositivi civici: visite guidate, spettacoli e attività gratuite per adulti e bambini, realizzati da personale specializzato dei musei e promossi dall’assessorato alla Cultura. 
NEL CASTELLO DEI BURATTINI
Domenica, alle 11 e alle 15, al Castello dei Burattini doppio appuntamento con la commedia in due atti dal titolo «Florindo Innamorato», una produzione del Teatro Medico-Ipnotico. Lo spettacolo del burattinaio Patrizio Dall’Argine, accompagnato da Veronica Ambrosini e dal pianista Paolo Parmiggiani, è rivolto ai bambini di tutte le età e alle loro famiglie. L’ingresso allo spettacolo è gratuito. 
Sempre domenica alle 10.30 alla biblioteca di Alice «Apri la scatola!», lettura animata ispirata all’albo di Dorothy Kunhardt, a cura di Jessica Graiani. L’iniziativa è rivolta ai bambini dai 3 anni con la prenotazione richiesta (0521/031751); alle 16.30, invece, visita guidata alla Collezione della Pinacoteca Stuard senza l’obbligo di prenotazione.
LA MOSTRA SU CAMPANINI
Domenica - dalle 10 alle 18, alla Casa della Musica, Museo dell’Opera e Casa del Suono - si potrà visitare la mostra «Cleofonte Campanini, da Parma al Nuovo mondo», un progetto espositivo e tante iniziative di valorizzazione culturale per rendere omaggio al grande al direttore d’orchestra parmigiano nel centenario della sua morte.
Ecco gli orari di apertura dei musei civici: Pinacoteca Stuard e Castello dei Burattini  domenica dalle 10.30 alle 18.30, con l’ultimo ingresso previsto per le 18; Museo dell’Opera e Casa del Suono domenica dalle 10 alle 18; Casa natale Arturo Toscanini domenica dalle 10 alle 18).

LE NATIVITÀ IN CITTÀ
Alla scoperta dei presepi opere d'arte da ammirare

Davvero tanti i presepi in città da ammirare durante le festività. In Oltretorrente sono visitabili i quaranta presepi, provenienti da tutta Italia, esposti al chiostro della chiesa dell’Annunziata: la mostra,  che compie venticinque anni ed è organizzata dalla sezione di Parma dell’Associazione italiana Amici del Presepio, è aperta  domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19.
Assieme alle opere realizzate dai soci dell’associazione, che proprio quest’anno festeggia il quarantesimo anniversario della fondazione, sono stati allestiti anche due presepi di grandi dimensioni; sono inoltre esposti una serie di diorami, ovvero delle rappresentazioni di scene della vita di Gesù contenute nei Vangeli. Info: 0521/239267
Nella chiesa-cantiere di San Francesco del Prato una riproduzione della natività che lo scrittore Guareschi volle con sé durante la reclusione. Posto accanto a quello ufficiale, il piccolo presepe «portatile» di Guareschi potrà essere visitato  domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 e nei weekend fino al 13 gennaio 2020: si raggiunge entrando dalla porta laterale della facciata, seguendo un percorso semicircolare, delimitato da pannelli con frasi di Papa Francesco e di Papa Giovanni Paolo II. 
Domenica, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17.30, all’interno dell’Oratorio di Sant’Ilario, invece, è visitabile il presepe della Famija Pramzana, realizzato da Ermes Ghirardi con l’aiuto di Maurizio Santinelli e dedicato alla memoria di Pier Luigi Buratti e Aldo Castagneti.

.

TEATRO PEZZANI
La commedia «Un uovo per due»

Domenica alle 16, nel teatro Pezzani verrà rappresentata la commedia «Un uovo per due».  scritta, diretta e interpretata da Ester Cantoni con Patrizia Grossi. Musiche originali curate da Bruno Ilariuzzi con le scene e costumi di Clara Surro.
Info: 0521/200241

PIAZZA GHIAIA
Mercatini natalizi: ultimo appuntamento

Domenica  dalle 9 alle 19 ultimo appuntamento in Piazza Ghiaia con i «Mercatini di Natale».
Info: 0521/313300 oppure www.ilmercatodeglieventi.it

IN STRADA DEI MERCATI
Si ride al  circo dei cartoni animati

Il circo dei cartoni animati proseguirà fino a lunedì 6 gennaio in Strada dei Mercati 238 (in prossimità dell’Ex Mercato del Bestiame). Gli spettacoli nei festivi alle 15.30 e alle 17.30 e nei feriali alle 17. Per tutti i bambini, ingresso omaggio se si presenteranno accompagnati da un adulto.
Info:  347/5970394

AUDITORIUM TOSCANINI
Teatro del cerchio: «il topo Federico»

Domenica alle 17 all’Auditorium Toscanini lo spettacolo «Il topo Federico» con Silvia Santospirito, Giovanni Pazzoni, Mattia Scolari e Giulio Landini con la regia di Mario Mascitelli. Lo spettacolo è  prodotto dal Teatro del Cerchio e rivolto ai bambini dai 3 anni in su. 

TEATRO BAR RATAFIÀ
Tombola di Natale con le drag queen

Domenica alle 21.30 al teatro-bar «Ratafià», di via Oradour 14, la «Grande Tombola di Natale». Protagoniste sul palco, le drag queen Ape Regina (al secolo Aldo Piazza) e Tina (Alberto Ragionieri) che saranno affiancate dalla cantante parmigiana Jessica Pistis.

   FIDENZA/SALSO   

AL TEATRO MAGNANI
«Brevi Manu», uno spettacolo per riflettere sul Parkinson

Domenica alle 17 sul palco del teatro Magnani andrà in scena l’evento benefico dal titolo «Brevi Manu», lo spettacolo-pilota nato grazie all’idea di cinque fisioterapiste del centro «Don Gnocchi» di Parma e dall’associazione Unione parkinsoniani di Parma. L’adattamento drammaturgico e la regia sono curati da Franca Tragni. 
L'AMORE PER LA VITA
Temi scomodi per l’anima, spesso affrontati con benevola compassione, saranno proposti in un concentrato di delicatezza, sensibilità, poesia, ironia, rabbia, dignità, paura, meraviglia, determinazione, a tratti anche disperazione...ma soprattutto come un immenso manifesto di amore per la vita, nonostante la malattia. Una prova, sicuramente dura per tutti gli attori, che si sono messi in gioco e confessati a cuore aperto, mostrando così a tutti come la vita valga sempre e comunque la pena di esser vissuta, nonostante la malattia e tutto ciò che ne deriva. 
Il ricavato dell’evento sarà devoluto all’associazione Unione parkinsoniani di Parma. Il laboratorio teatrale è stato reso possibile grazie al contributo dell’ Unione parkinsoniani di Parma e con il patrocinio della Croce rossa di Fidenza. 
Ingresso ad offerta libera fino ad esaurimento dei posti.

CONTIGNACO E SCIPIONE
Numerose iniziative tra storia e tradizione

Domenica nei castelli di Contignatico e di Scipione dei Marchesi Pallavicino, storia, arte e tradizione andranno a braccetto con il divertimento e la buona tavola. 
CACCIA AL TESORO
Domenica, alle 15, nel castello di Contignatico divertimento assicurato con la caccia al tesoro «Favole sotto l’albero». I bambini, accompagnati dai loro genitori e con tanto di mappe e «taccuino del viaggiatore» al seguito, saranno impegnati a rincorrere una lunga catena di indizi nelle numerose sale interne del castello. 
I bambini, aiutati dai più grandi, dovranno riuscire a individuare la morale di ogni favola che sarà loro proposta: solo così potranno concludere la caccia e giungere al dolcissimo tesoro finale. Gioco ideale per bambini dai 5 ai 14 anni.  La caccia al tesoro prevede una forte interazione tra i bambini e gli adulti, in modo da far divertire tutti quanti. Prenotazione obbligatoria (320.6066721).  Al termine del gioco, chi lo desidera potrà effettuare una visita guidata completa degli interni del castello, beneficiando di una riduzione sul costo del biglietto. 
NEL MANIERO DEGLI ALDIGHIERI
Domenica, sempre nel castello di Contignatico, alle 16.30, torna l’evento «Il Natale a Contignatico-Tra Storia e Sapori nel Castello degli Aldighieri»: gli ospiti saranno accompagnati a scoprire le sale interne della fortezza e le vicende di cui sono state testimoni le sue pietre millenarie; a conclusione della visita, gli ospiti potranno deliziare i loro palati con una degustazione dei vini prodotti nelle cantine del Castello. La degustazione sarà accompagnata da alcune dolcezze natalizie tipiche del Parmense. È raccomandata la prenotazione. 
Spazio anche all’arte: domenica alle  11, 15.30 e 17,  nelle sale interne del castello di Contignatico, si potrà visitare anche la mostra fotografica «La bellezza delle piccole cose», realizzata da Cristiano Bonassera e Andrea Gatti. 
Domenica, invece, nel castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino,  alle 15, alle 16.30 e alle 18 si rinnova l’appuntamento con «La magia del Natale e delle feste nel castello incantato…»: addobbato a festa, il castello millenario accoglierà grandi e piccoli nell’atmosfera calda e incantata del Natale. 
Si potrà ripercorrere la storia del castello più antico della provincia, lasciandosi avvolgere dalla magia del luogo e, per l’occasione, nel Salotto del Diavolo, la porta segreta si aprirà per mostrare l’antica via di fuga; verranno, inoltre, aperti l’intero loggiato Seicentesco, con le sue finestre che si aprono come fughe prospettiche sull’incantevole paesaggio collinare, e il giardino ai piedi del castello, con la sua maestosa torre, i merli e l’antica postazione delle guardie illuminati.
Info: 0524/572381 oppure consultare il sito internet www.castellodiscipione.it

SALSO
Le visite al Palazzo dei Congressi

Domenica alle 16 si potrà ammirare da vicino lo splendido edificio in stile Liberty-Decò, sede del Palazzo dei Congressi. Sarà una visita guidata, a cura di «Verd&Acque», che consentirà di andare alla scoperta del lussuoso «Grand Hotel Des Termes», set di numerose manifestazioni, scelto da registi del calibro di Bernardo Bertolucci, che custodisce meravigliose sale antiche, affrescate dal genio di Galileo Chini. Prenotazione obbligatoria.
Informazioni: 392/9160719, info@verdeacque.it

   PEDEMONTANA   

FELEGARA
«Lumen», la scienza vista narrando la vita di Marie Curie

Teatro d’oggetti, d’immagine, d’attore e di esperimenti, «Lumen»  è il racconto di come l’uomo, nella storia, è riuscito a vincere le sue paure, a spiegare i fenomeni naturali grazie alla scienza, ma soprattutto all’immaginazione.
Lo spettacolo, in scena al Teatro Tanzi di Felegara domenica alle 17, all’interno della rassegna per ragazzi «The e Teatro» organizzata dall’amministrazione comunale, racconta i misteri del cielo e delle stelle attraverso le peripezie e la vita privata di Marie Curie. 
Tra narrazione, dimostrazioni pratiche ed esperimenti, si affrontano complicate teorie scientifiche attraverso gli strumenti del gioco, dell’immagine poetica e del racconto. 
Lumen è il racconto di come l’uomo, nella storia, è riuscito a vincere le sue paure, a spiegare i fenomeni naturali grazie alla scienza, ma soprattutto all’immaginazione. 
La vita della scienziata scorre accanto alle vicende di alcuni protagonisti della storia della scienza e della filosofia: Copernico, Giordano Bruno, Galileo, Newton, Einstein. 
Un monologo al femminile in cui la scienza incontra la danza e la poesia. Drammaturgia e messa in scena sono di Annarita Colucci. Ingresso Euro 5. 

 

MEDESANO
Ballo liscio con Mister Domenico

Domenica ballo liscio con Mister Domenico al Circolo Tre Torri di Medesano. Inizio alle 15.30.

   LA GITA FUORI PORTA   
Presepi in mostra a San Martino in Rio
Uno sguardo sul passato e sul futuro che parte dal presente e che fa dell’arte un veicolo per riflettere sulla natura come bene prezioso da proteggere. 
La fine del 2019 nel territorio della Destinazione Turistica Emilia (www.visitemilia.com) è un susseguirsi di eventi, che guardano al nuovo anno con la speranza dettata dall’arte e dalla cultura. 
LE SCENE DELLA NATIVITÀ 
Nel weekend del 28 dicembre, nel piano nobile e nel piano terra della Rocca Estense di San Martino in Rio (RE) la XV Festa dei Presepi (fino al 12 gennaio 2020). 
Presenti più di 120 scene della Natività provenienti da tutta Italia che fanno parte di un percorso artistico, e culturale di grande valore. 
La mostra è curata da Loredano Gelati e Gian Giacomo Vecchi, con la partecipazione degli «Amici dell’arte di Rio Saliceto»; è previsto uno spazio dedicato ai presepi dei ragazzi. Orari: domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30, con apertura straordinaria il 31 e il 6 gennaio.     il 1° gennaio sarà aperta dalle 15 alle 18.30.
L’ULTIMO ALBERO A PIACENZA
L’albero, che in questi giorni siamo abituati a pensare come simbolo del Natale, diviene opera d’arte naturale per riflettere sui cambiamenti climatici in corso, sui segreti della natura e le responsabilità umane, nella mostra diffusa tra Piacenza e provincia «L’Ultimo Albero», una mostra-evento che accompagna la vita culturale del territorio fino a giugno. Protagonista dei diversi percorsi espositivi che si snodano in città tra il Museo di Storia Naturale, Galleria Biffi Arte, Galleria Alberoni, Biblioteca Passerini Landi e in provincia tra il Museo Geologico di Castell'Arquato e la Biblioteca di Calendasco – tra incontri, conferenze, visite guidate, laboratori, concerti - l’albero bianco dipinto dall’artista Romano Bertuzzi.  È un albero di oltre 7 metri caduto dalle colline piacentine, recuperato e trasformato in arte naturale, con un nido sulla sua sommità.