Sei in Provincia

VALTARO

Feste, fiere, sagre: la Valtaro cala gli assi per cercare la rivincita

di Monica Rossi -

31 maggio 2021, 11:03

Feste, fiere, sagre: la Valtaro cala gli assi per cercare la rivincita

Ve lo ricordate Paolo Fox sul finire del 2019? Predisse: «Il 2020 sarà un anno di crescita, di viaggi e spostamenti». Fallì miseramente. Ora che s’intravede la zona bianca, possiamo azzardarla noi una previsione per l’estate? Sì, e lo facciamo su basi più solide delle congiunzioni astrali: le scelte degli italiani secondo le statistiche dei portali per la ricettività. Secondo cui: prevarrà il turismo di prossimità; sarà green e sostenibile; si lavorerà stando in vacanza. Una manna per la nostra montagna. Però, chi la conosce sa anche che sono luoghi di sagre, feste, fiere. 


E allora, nel nostro caso, la domanda è: la Valtaro rinnoverà gli appuntamenti clou? «Per la Madonna di San Marco e la Festa della Trota stiamo valutando - dichiara il sindaco di Bedonia Gianpaolo Serpagli -. Di certo, abbiamo un bell’appuntamento a fine luglio: il 24 e 25 si terrà il “Festival delle Partenze”. Sarà una due giorni dedicata alle migrazioni più concerto finale con il più grande jazzista italiano Enrico Rava».


Le conferme
 Confermati, intanto, i mercatini del venerdì sera. «I sabati di luglio inoltre avremo gli aperitivi in musica. E il 3 agosto, arriverà il comico Paolo Cevoli», aggiunge la consigliera con delega agli eventi Valentina Bernabò. Anche Albareto punterà sull’emigrazione con «incontri, convegni, mostre, una fiera del libro e laboratori per bambini. Stiamo poi lavorando per degli spettacoli statici nei mesi di luglio e agosto», spiega il sindaco Davide Riccoboni.


In divenire
 «Per ora, è tutto in divenire - dice il sindaco di Borgotaro Diego Rossi -. Tuttavia, stiamo programmando la Fiera del Fungo di settembre». Confermati intanto i mercati dell’antiquariato, le fiere della Madonna del Carmine, di San Lorenzo e San Matteo e la rassegna culturale musicale in piazza La Quara secondo i protocolli previsti. E Compiano? «Ci saranno il “Festival degli artisti di strada” con la “Mostra Emigrazione Girovaga” - spiega il sindaco Francesco Mariani -. Con Fornovo condivideremo il progetto triennale “Nuovi Mondi andata e ritorno” per celebrare l’emigrazione: in scena l’Argentina, ballerini di tango compresi. E grazie al successo del 2020, ripeteremo le visite insolite al borgo in notturna». La prima data compianese? «Il 26 giugno, musica e fiaccole per la “Notte romantica” in collaborazione con il Club dei Borghi più belli d’Italia». 

Il fulcro
E Tornolo? «Il Lido del Groppo sarà il fulcro dell’estate tornolese - dice il sindaco Renzo Lusardi -. Il primo evento sarà a Tarsogno a fine giugno con la presentazione in prima assoluta del nuovo camper fuoristrada Land Rover: attrezzeremo una cucina da campo al Pratolungo di Cento Croci con palco e servizio bar. Cercavano un ambiente in montagna dove si potesse vedere anche uno scorcio di mare: tra 20 possibilità, hanno scelto il nostro comune».