Sei in Berceto

La bandiera dei Lakota sventola in municipio

20 febbraio 2017, 16:50

Chiudi
PrevNext
1 di 0

Lo segnala il sindaco Lucchi sul suo profilo facebook: la bandiera dei Lakota (Sioux) sventola sul municipio di Berceto. E spiega anche il motivo: una lunghissima amicizia

Giorni addietro, ai nostri amici Lakota (Sioux) della riserva Pine Ridge Indian Reservation, con i quali il Comune di Berceto, unico comune al mondo, è gemellato dall’11 settembre 1988, avevamo chiesto la loro bandiera per farla sventolare, in segno di solidarietà, sulla facciata del Municipio di Berceto dove si nota, invece, la bandiera dell’Unione Europea, ammainata da mesi.
La bandiera è arrivata.
Da qualche minuto sventola sulla facciata del Municipio.
I Lakota (Sioux) sono in lotta per far rispettare i loro diritti e non vedere profanate le loro terre, ritenute sacre, dal metanodotto che dovrebbe attraversarle.
Sono in lotta da mesi e il Presidente Obama (al Quale abbiamo scritto), alla fine del suo mandato presidenziale, aveva promesso d’intervenire e fare modificare il tracciato del progetto.
Il nuovo Presidente Trump pare, al momento, di voler ripristinare il vecchio progetto e di fregarsene delle tradizioni Lakota.
Gli Stati Uniti hanno una Costituzione che salvaguardia i luoghi di culto e per i Lakota alcune terre sono ritenute luoghi di culto e debbono essere rispettati.
Non possiamo fare questo ulteriore affronto ai Nativi Americani.
Per tutelare i loro diritti e ricordare il genocidio dei nativi Americani ho scritto al Ministro degli Esteri Italiano: Angelino Alfano, per assumere una posizione a livello Europeo.
I coloni che hanno sterminato i nativi con armi e malattie a loro sconosciuti erano tutti di provenienza Europea.
Il mondo deve chiedere scusa ai Nativi Americani e rispettare la volontà delle poche migliaia rimaste.
Rispettare i trattati che sono ancora in vigore.
BERCETO E’ CON I LAKOTA
BERCETO E’ SEMPRE DALLA PARTE DEI DEBOLI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA