Sei in Borgotaro

borgotaro

La Quara: ha vinto il premio Davide Di Finizio

25 agosto 2019, 13:13

La Quara: ha vinto il premio Davide Di Finizio

«Giove Pluvio» ha proprio voluto disturbare il premio «La Quara» 2019, il concorso letterario nazionale per «short stories». 
A tempi di record, quando la pioggia ha rischiato di rovinare l'evento, sono trasferite tutte le attrezzature audio, a Palazzo Tardiani e tutto il materiale che era già montato in piazzetta «La Quara», a Borgotaro. Sono stati momenti un po' concitati ma a parte questo contrattempo, grazie all'impegno degli addetti,  tutto poi si è svolto regolarmente. 
Davide di Finizio di Napoli, con «La meravigliosa memoria», ha vinto il primo premio. E ricordiamo che quest’anno, il tema era «Europa». 
Le premiazioni sono state piacevolmente condotte dalla giornalista Francesca Strozzi di «12 Tv Parma» che con il suo garbo ha permesso di conoscere meglio il vincitore: ha 33 anni ed è appunto nato e vive a Napoli. E’ laureato in Lettere Classiche ed è ora docente di liceo. 
Si è occupato di critica cinematografica per «MyMovies», ma il suo maggiore impegno, è sicuramente quello legato alla scrittura. Ha già vinto diversi concorsi letterari. 
Già l’anno scorso, tra l’altro, era arrivato in finale al «Premio La Quara», che, quest’anno, ha invece conquistato, grazie ad un suo breve racconto, malinconico, dolce, capace, in altre parole, di far riflettere. 
Il comitato organizzativo era composto dal «Pio Istituto Manara», dal Comune di Borgotaro e dall’associazione culturale «Antonio Emmanueli», con il sostegno di «Fondazione Monteparma» e «The Valtarese Foundation» di New York.
 La giuria,  invece, era  composta dal presidente Antonio Ferrari, editorialista del «Corriere della Sera» e scrittore, da Antonio D’Orrico, Emanuela Abbadessa, Paola Brianti e Bruno Morchio, ha premiato i finalisti ed è stata anche protagonista di diversi momenti all'insegna della cultura, durante gli ultimi due giorni, quando  Borgotaro, per davvero, ha vissuto una atmosfera particolare, quella di un luogo dove la cultura ha saputo dare il meglio. 
Questi, oltre al vincitore, al quale è andata anche una menzione speciale, gli altri quattro finalisti: Sara Galeotti di Roma, seconda classificata; Angelo Basile (Milano) terzo, Anna Di Giusto (Firenze), e Federica Storace (Genova). I cinque racconti, insieme agli altri cinque finalisti (in totale quindi, dieci), sono stati inclusi in un volume, edito da «Infinito», dal titolo «Europa». 
«Il “Premio La Quara” - ha dichiarato Roberto Delsignore, presidente di Fondazione Monteparma,  - è una manifestazione che, in sole sei edizioni, ha raggiunto, grazie all’ottimo e costante lavoro, svolto dai suoi organizzatori, una rilevanza sorprendente, riuscendo a qualificare Borgotaro, come un importante punto di riferimento, nel panorama letterario nazionale». 
E’ stata, concludendo, una ennesima bellissima «vetrina» per il capoluogo valtarese». Davvero un momento, a tratti molto emozionante e coinvolgente. Un premio legato alla cultura, alla scrittura, che speriamo possa davvero rimanere come una consuetudine rinnovandosi di anno in anno.