Sei in Borgotaro

OMICIDIO-SUICIDIO

Tragedia a Borgotaro: durante una lite uccide la moglie poi si toglie la vita

A dare l'allarme il fratello dell'uomo. Lei, 35 anni, era infermiera all'ospedale. Il figlio della coppia, 14 anni, si trovava dai nonni

16 luglio 2020, 12:48

Tragedia a Borgotaro: durante una lite uccide la moglie poi si toglie la vita

Omicidio-suicidio a Borgotaro. La tragedia è scoppiata in un appartamento nel quartiere di San Rocco nella notte. Durante una lite, un uomo ha imbracciato il fucile e sparato, alla moglie, uccidendola, prima di rivolgere l'arma su di sè e premere un'altra volta il grilletto e togliersi la vita: lei una 35enne infermiera, Anastasia Rossi,  lui 39enne agricoltore, Franco Dellapina. I due hanno un figlio di 14 anni, che ieri notte si trovava dai nonni paterni.

A scoprire la tragedia e a dare l’allarme è stato il fratello del 40enne, che questa mattina ha più volte chiamato al telefono l'uomo e, dopo l’ennesima telefonata a vuoto, ha deciso di andare a vedere nell’abitazione cosa fosse successo. Entrato in casa ha scoperto i due corpi senza vita. Il marito avrebbe prima colpito con un fucile da caccia la moglie al petto e poi avrebbe sparato verso di sé. Il fucile era detenuto regolarmente.

Di professione agricoltore, con la passione per la caccia, il 40enne era appassionato di caccia e in casa aveva diversi fucili. La moglie, 35 anni, infermiera, era impiegata nell’ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro. L'esplosione di follia sarebbe avvenuta durante un litigio: a riguardo, sono i vicini  a riferire che la coppia negli ultimi tempi aveva avuto delle discussioni. Sul luogo del delitto i carabinieri e il pm Paola Dal Monte. La Procura ha aperto un fascicolo di inchiesta anche se ormai la dinamica di quanto successo sembra chiara. 

«Purtroppo i litigi erano diventati frequenti. Li sentivamo e di fatto sapevamo che erano separati in casa - spiega una vicina dei due coniugi scomparsi -. Lei era una brava ragazza, molto impegnata in ospedale e tutti la apprezzavamo per il suo modo di fare, aveva sempre un sorriso per tutti. Lui invece lavorava come boscaiolo. Era spesso in giro a cacciare ma non avremmo mai pensato ad una fine così terribile. Siamo tutti sconvolti, soprattutto per il loro bambino rimasto ora senza mamma e papà». 

‌‌