Sei in Borgotaro

BORGOTARO

Addio a Maria Zecca, la regina dei dolcetti «Amor»

di Franco Brugnoli -

18 marzo 2021, 12:24

Addio a Maria Zecca, la regina dei dolcetti «Amor»

Addio a Maria Zecca, la regina indiscussa degli «Amor». Con lei, se n’è andata una figura tipica borgotarese, molto amata e conosciuta da tutti.
 Maria Zecca, vedova Tagliavini, per decenni  ha gestito, insieme al marito Ugo (che molti però chiamavano «Onelio»), la prestigiosa pasticceria Steckli, di via Nazionale, nota in tutta la provincia e anche fuori confine perché da sempre la «casa» dei famosi «Amor», squisiti dolcetti a base di uova, zucchero, farina, latte, burro e vaniglia.

 Maria aveva 88 anni. Lascia due figli: Paola e Giovanni. I funerali avranno luogo oggi, con partenza alle ore 14,30, dall’abitazione  in via Nazionale al numero 77 per raggiungere la chiesa parrocchiale di Sant’Antonino Martire.

 L’intera cerimonia, presieduta da monsignor Angelo Busi, parroco di Borgotaro e vicario episcopale di zona, verrà celebrata nel pieno rispetto delle attuali disposizioni sanitarie, in materia di prevenzione anti-Covid. 

La storia della famiglia Tagliavini, risale al 1938, quando i nonni di Ugo arrivarono a Borgotaro, da Correggio (Reggio Emilia), in cerca di locali, per aprire un negozio. Dopo un periodo di assestamento ed acquisite tutte le capacità professionali, Ugo, che possedeva una grande voglia di fare, nel 1958, comprò la mitica pasticceria «Steckly», gestita dai famosi pasticceri svizzeri dell’Engadina, una valle nel Cantone dei Grigioni, persone dotate di grandi intuizioni, che però avevano deciso, per ragioni familiari, di lasciare l’attività. E così Ugo, entrando nell’azienda, conobbe Maria, che, (insieme alla sorella Ercolina), era già una dipendente di Steckly: se ne innamorò e così lei divenne sua moglie, che, con competenza, lo sostenne ed affiancò nella gestione della pasticceria. La signora Maria amava molto i viaggi: ogni anno, trascorreva almeno due periodi di ferie con la famiglia, in varie località. Era una ottimista formidabile, con un fine umorismo, tipico borgotarese, e sottolineava ogni evento, sempre con un sorriso. Tutti i borgotaresi la ricorderanno sempre con grande e sincero affetto.