Sei in Busseto

il caso

Chiesa di Roncole, interviene il ministro: "Al via un intervento d'urgenza"

07 agosto 2020, 12:04

Chiesa di Roncole, interviene il ministro: "Al via un intervento d'urgenza"

«La chiesa di San Michele Arcangelo a Roncole di Busseto, dove Giuseppe Verdi iniziò a studiare musica suonando l’organo, fa parte del patrimonio culturale dell’Italia e deve essere restituita al più presto alla comunità locale e non solo. La direzione Generale Belle Arti e Paesaggio del Mibact, d’intesa con la Soprintendenza locale, ha immediatamente avviato la procedura per un intervento di somma urgenza per la messa in sicurezza del monumento, rimodulando le risorse del piano antisismico». Così il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini risponde all’appello per l’edificio sacro nel Parmense che la scorsa settimana il maestro Riccardo Muti aveva lanciato dalle colonne della Gazzetta di Parma. 
Nei giorni scorsi era stata annunciata la chiusura della chiesa di San Michele alle Roncole per il pericolo di crolli. Intervistato dal quotidiano parmigiano il maestro Muti, il più attento ed esigente esecutore delle opere verdiane, aveva avuto in proposito parole durissime: «E' un’autentica infamia, una colpa che mostra al mondo intero a che livelli di barbarie sono caduti il senso civico e la cultura italiana» e aveva lanciato «un appello al ministro Franceschini, affinchè intervenga con forza e decisione, ma tutti devono fare il possibile, Busseto, il vescovo, gli imprenditori più illuminati. Verdi è uno dei grandissimi italiani, un genio che ha tenuto alta la considerazione per il nostro Paese. E noi lo ricambiamo lasciando decadere la chiesa di Roncole, dichiarata pericolane, e il Santuario di Madonna Prati che è già in parte crollato e quindi chiuso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA