Sei in Collecchio

Consiglio comunale: sì alla viabilità alternativa per Parma

La maggioranza accoglie solo due dei 13 emendamenti presentati dalla minoranza: 
attraversamenti pedonali più sicuri e invasi artificiali contro la siccità 

20 luglio 2019, 10:49

Consiglio comunale: sì  alla viabilità alternativa per Parma

L’approvazione delle linee programmatiche 2019-2024 del sindaco Maristella Galli, in consiglio comunale, è stata contraddistinta dalla presentazione da parte del gruppo di minoranza di Cambiamo Collecchio di 13 emendamenti.
 Di questi, ne sono stati accolti due, altri tre sono stati accolti parzialmente, attraverso la presentazione da parte della maggioranza stessa di altrettanti emendamenti.
 Da parte del sindaco si è registrata l’apertura nei confronti della minoranza su alcuni temi inerenti agricoltura, viabilità, anziani, volontariato, disabili e decentramento.
 La minoranza, però, non ha condiviso, in senso politico, le propose fatte dalla maggioranza, rimanendo sulle proprie posizioni.
 Patrizia Caselli, che è il capogruppo di Cambiamo Collecchio, ha proposto la costituzione di una commissione consiliare di studio sulla disabilità, condivisa dalla maggioranza.
 Accolto l’emendamento, relativo alle politiche agricole, presentato da Tommaso Vergiati della Lega, per la realizzazione di invasi artificiali in modo da ovviare alla siccità e la previsione di una politica di contenimento di cinghiali e caprioli per ridurre i danni alle colture. 
Accolta anche la proposta di Patrizia Caselli di individuare una viabilità alternativa a quella attualmente presente tra Collecchio e Parma e la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali a rischio a Collecchio e nelle frazioni.
 Respinti dalla maggioranza, in quanto già presenti nelle linee programmatiche generali o non condivisi politicamente, gli emendamenti in tema di scuola, anche se è stata accolta la richiesta di Walter Civetta di prevedere uno studio sulla natalità nelle frazioni di Gaiano e Ozzano, prima di costruire la nuova scuola di Gaiano.
 Respinto anche l’emendamento sulla disabilità, presentato da Monia Lamio della minoranza, per l’attivazione dello sportello disabili, funzione già attuata, come rilevato dall’assessore Michela Comani, da Pedemontana sociale e per la realizzazione di parchi giochi inclusivi, già nel programma della maggioranza. 
Respinto l’emendamento della minoranza sulla sicurezza: nel programma della Galli sono già previsti la nuova caserma dei carabinieri, il potenziamento della videosorveglianza e l’aumento di organico dei vigili.
 Respinti anche gli emendamenti della minoranza su famiglia, commercio e politiche giovanili per i quali Tommaso Vergiati ha proposto un ampliamento dell’orario di apertura delle biblioteche, al momento non percorribile per motivi di bilancio. 
Parzialmente accolto l’emendamento inerente il decentramento, per quanto riguarda il miglioramento di telefonia fissa e mobile nelle frazioni e dei collegamenti con esse; quello sugli anziani per la loro permanenza nel contesto famigliare e quello sulla promozione del volontariato, sopratutto tra i giovani.