Sei in Corniglio

Alta Valparma: soccorsi un disperso, un uomo che si è rotto il femore e una donna con attacco epilettico

26 ottobre 2019, 17:34

Chiudi
PrevNext
1 di 2

Pomeriggio di intenso lavoro per i tecnici della stazione Monte Orsaro del Soccorso Alpino dell'Appennino Parmense, che nel primo pomeriggio di sabato 26 ottobre sono stati chiamati ad intervenire in tre interventi quasi in contemporanea e in una zona relativamente circoscritta, quella dell'alta Valparma (Comune di Corniglio), nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano. La prima chiamata è arrivata poco dopo le 12.30, per un cercatore di funghi di settantanove anni residente a Langhirano (Pr) che, senza telefono e in solitaria, si è addentrato nei boschi a fianco della strada che da Bosco di Corniglio conduce al Rifugio Lagdei: l'amico, preoccupato per il mancato rientro al punto stabilito, ha allertato le squadre del Soccorso Alpino.
Fortunatamente, mentre le squadre stavano arrivando in zona, l'uomo ha ritrovato l'orientamento riuscendo a ritrovare la strada ed a ricongiungersi al compagno. I tecnici del Saer non hanno tuttavia avuto tempo per rientrare poiché sempre in Valparma, nei pressi del sentiero panoramico che dal Rifugio Lagdei conduce al Lago Santo Parmense,  un uomo bresciano di sessant'anni è scivolato in una sassaia, urtando violentemente gli arti inferiori e fratturandosi il femore. Sul posto, oltre ai tecnici  del Soccorso Alpino è stato attivato Elipavullo; una volta sbarcata l'equipe tecnico-sanitaria l'uomo è stato immobilizzato, stabilizzato e quindi trasportato all'ospedale Maggiore di Parma dopo esser stato recuperato con il verricello. Contemporaneamente, nella vicina zona dei Lagoni, una donna cinquantaseienne di Pietrasanta (Lu), è  stata colta da un attacco epilettico; alcuni dei tecnici in avvicinamento al precedente intervento  sono stati indirizzati sul sentiero CAI 711A dei Lagoni, dove hanno raggiunto la donna e atteso l'arrivo dell'elisoccorso, in questo caso proveniente da Verona. Anche in questa circostanza la donna, dopo essere stata stabilizzata e recuperata è stata trasportata al Maggiore di Parma.