Sei in Felino

FELINO

Proseguono i lavori nella piazza. Ma c'è chi contesta le scelte del Comune

L'intervento dovrebbe concludersi entro la fine del mese. Ma qualcuno lo critica 


 

di Massimo Morelli -

22 marzo 2021, 11:24

Proseguono i lavori nella piazza. Ma c'è chi contesta le scelte del Comune

Procedono spediti i lavori di sistemazione del piazzale antistante la chiesa parrocchiale di Felino. Gli addetti della REC Costruzioni, l’azienda che sta eseguendo i lavori, stanno proseguendo a gran ritmo e non ci dovrebbero essere problemi a terminare l’attività entro la fine del mese corrente. 
Con questo intervento, dal costo complessivo di cinquecentomila euro (metà con finanziamento regionale e metà pagato dal Comune), si metterà in sicurezza tutta l’area antistante la chiesa parrocchiale di Felino. 
Si tratta di un intervento che in tanti si attendevano da tempo ma va detto che il lavoro non ha riscosso consensi unanimi. Tra gli scontenti c’è Ginetta Ravasini, che non è rimasta per niente soddisfatta di quanto verrà fatto nel piazzale. 
«Non mi piace affatto la soluzione adottata con questo progetto – ha affermato Ginetta Ravasini - Se davvero si vuole rendere più visibile e, aggiungo, più importante l’ingresso della nostra chiesa non si potrà utilizzare una colata di cemento simile al marciapiede di via Roma: sarebbe una follia o meglio ancora uno scempio edilizio. La chiesa non è del Comune o del parroco, la chiesa è dei felinesi e credo sinceramente che i felinesi meritino davvero di più. Consiglierei ai nostri amministratori di attraversare il ponte sul Baganza per andare ad osservare il sagrato della chiesa di Sala Baganza». 
«Se invece si procederà con il progetto iniziale – ha concluso - cementificando l’ingresso della nostra chiesa, senza punti luce che la valorizzino e senza la bellezza che merita, vorrà dire che non si hanno le idee chiare».
 Il sindaco Elisa Leoni naturalmente è di tutt’altro avviso. «Crediamo che fosse giunto il momento di sistemare quella parte di piazza Miodini – ha detto il primo cittadino – sino a ieri non c’era alcun sicurezza per chi transitava nell’area, senza tralasciare certe situazioni in occasioni di matrimoni e funerali. Il nostro obiettivo primario è sempre stato quello di mettere in sicurezza le persone che si trovano a passare da quelle parti, sia che escano dalla chiesa dopo una funzione sia che passeggino o che si fermino semplicemente lì per fare due chiacchiere».
«Il progetto per questo intervento è stato condiviso con i rappresentanti della parrocchia e comunque – ha concluso Elisa Leoni – la nostra è una scelta non definitiva che potrà essere rivista quando si parlerà del riordino di piazza Miodini, argomento che sta molto a cuore ai felinesi. Era necessario intervenire e lo abbiamo fatto, ripeto, guardando prima di tutto alla sicurezza delle persone».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA