Sei in Felino

FELINO

Solidarietà, un defibrillatore in memoria di Dante Passerini

Generoso gesto della famiglia a un anno dalla morte

di Massimo Morelli -

03 settembre 2021, 11:00

Solidarietà, un defibrillatore in memoria di Dante Passerini

L’esistenza di Dante Passerini, scomparso all’età di 81 anni il 6 marzo 2020 causa Covid, è sempre stata contraddistinta dall’altruismo, dallo spendersi per gli altri. 
Per questo motivo la famiglia, volendo proseguire virtualmente l’attività di Dante, ha deciso di donare un defibrillatore al circolo sociale «Coruzzi» di Felino. Un gesto dalla grande rilevanza espressamente voluto dai famigliari di Dante con l’unico scopo di continuare a darsi da fare per gli altri. Dante era molto conosciuto in città, era una persona sorridente ed aperta che si era fatta ben volere da chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo. 


A cominciare dai colleghi della Gazzetta di Parma, dove Dante aveva lavorato per 25 anni prima di raggiungere la meritata pensione nel 1989.
Lavorava in tipografia ed era molto stimato da tutti per la precisione e l’impegno che metteva nell’impaginare il quotidiano. 
Raggiunta la pensione Passerini dedicò il tempo a disposizione in primis alla famiglia senza dimenticare chi aveva avuto meno fortuna, per cui si buttò con impegno nel mondo del volontariato insieme alla moglie Ida. Furono tra le prime famiglie all’inizio degli anni novanta ad ospitare i bambini di Chernobyl e successivamente quelli provenienti dal Saharawi, regalando amore e serenità a questi giovani. Dante Passerini, uno dei 34 deceduti a Felino a causa del Coronavirus, continuerà a vivere nella memoria di tutti grazie alla preziosa donazione del defibrillatore voluta dalla famiglia. 
La consegna avverrà sabato 4 settembre alle 18 presso la sede del circolo «Coruzzi» alla presenza del sindaco Elisa Leoni, di Gabriella Lori, presidente del circolo, e dei famigliari di Dante.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA