Sei in Fidenza

FIDENZA

Museo e cattedrale: San Donnino martire secondo l'Antelami

04 ottobre 2020, 13:38

Museo e cattedrale:  San Donnino martire secondo l'Antelami

In occasione di Parma Capitale italiana della cultura  2020+2021 la Diocesi di Fidenza promuove, all’interno di un ampio progetto che vede coinvolta anche la vicina Diocesi di Parma, la valorizzazione dei luoghi e delle opere di Benedetto Antelami. La Cattedrale di Fidenza, al tempo Borgo San Donnino, porta impresso sulla sua facciata un singolare patrimonio iconografico attribuito al maestro e alla sua officina. Esso racconta anche la «passio» del martire Donnino, patrono della Diocesi e della città, e i recenti restauri hanno permesso di approfondirne la conoscenza soprattutto dal punto di vista storico e artistico.
«La cultura batte il tempo»:  è questo il claim che ha accompagnato la candidatura di Parma. Uno spunto dal quale partire per raccontare il susseguirsi di diverse epoche storiche e i cambiamenti che esse hanno portato con sé in città e nel territorio circostante, integrate con le storie dei pellegrini e del loro viaggio; tutto questo per favorire un’osmosi culturale e sociale e restituire così all’azione culturale un ruolo fondamentale per la crescita della comunità.
E questo non può che compiersi attraverso un rinnovato interesse verso i valori identitari della nostra cultura, dell’arte e della fede, nonché attraverso una lettura del presente «nel solco della tradizione che ci precede. Perché esso - dice il vescovo Ovidio Vezzoli -  non si esaurisce e non si identifica con la storia che ci ha preceduto, ma non può nemmeno esprimere la propria identità separandosi da essa e permanendo in un atteggiamento di ignoranza degli insegnamenti derivanti dalla storia stessa».
Verrà quindi proposto un nuovo percorso museale alla riscoperta del significato del martirio di San Donnino. Riscoprire in chiave moderna il significato del martirio di San Donnino, rintracciare i segni di un borgo nato sulle spoglie del santo, sulle sue «inventiones» e sulle sue sepolture, sono stati i propositi che hanno visto la Diocesi di Fidenza promotrice di un nuovo percorso museale a cura degli architetti Manuel Ferrari e Barbara Zilocchi, con la collaborazione della direttrice del Museo Diocesano di Fidenza,  Alessandra
Mordacci e con il sostegno di Fondazione Cariparma. L’avvincente viaggio avvicinerà i visitatori alla storia del martirio di San Donnino e alla fondazione del borgo sul «martirion».
Dal 9 ottobre (giorno dell'inaugurazione a inviti nel rispetto delle norme sanitarie anti-covid) sarà possibile vivere da vicino questa narrazione di martirio e di fede. Il percorso museale è arricchito da momenti musicali e dalle riflessioni di storici e critici d’arte. Aprirà il ciclo di conferenze lo storico Carlo Arturo Quintavalle, che l’8 ottobre presenterà in Cattedrale il volume «L’officina Benedetto Antelami della Cattedrale di Fidenza. Studi ricerche restauro» a cura di   Zilocchi. Incontri e momenti di approfondimento proseguiranno per tutto il  mese di ottobre.