Sei in Fidenza

Intervista tv

La 13enne fidentina Rebecca è una star: arrivano le telecamere Mediaset

20 ottobre 2020, 11:05

La 13enne fidentina Rebecca è una star: arrivano le telecamere Mediaset

s.l. La storia di Rebecca Balvi e dei suoi cento animali salvati da morte certa arriva nella case degli italiani durante una puntata della trasmissione «Dalla parte degli animali», in onda al lunedì pomeriggio, su Rete 4. Il programma televisivo italiano è ideato e condotto da Michela Vittoria Brambilla e va in onda dal 2017. 

Una troupe di Rete 4 è arrivata domenica nella fattoria di Rebecca, 13 anni, dove ha registrato tre ore di storie toccanti. La puntata andrà in onda nelle prossime settimane. Per Rebecca ogni giorno è speciale perché fa ciò che ama e cioè accudire e condividere il suo tempo con i suoi animali, ma domenica scorsa è stata un po' «più speciale». Rebecca  è stata intervistata da una giornalista di Rete 4, insieme a mamma Giorgia. All inizio  era tesa e imbarazzata, ma la famiglia e i suoi coetanei accorsi a incoraggiarla e sostenerla in questa nuova esperienza  si è  sciolta. Intorno a Rebecca c’erano rappresentanti di  Enpa Parma, il canile Borgobau di Fidenza , la sua amica Francesca Pezzilli, che suona i suoi tamburi agli animali.  

Rebecca ha raccontato con semplicità i motivi che l'hanno portata a creare la sua straordinaria fattoria. Con naturalezza  ha descritto la storia di ogni suo amico a quattro zampe, il motivo del suo arrivo, del percorso di recupero fisico e psicologico, del rapporto che si è creato con lei, mamma Gorgia e papà Alessandro. E così ecco la storia della Mimosa, prima cavallina bardigiana salvata, della vitellina cieca Lola, che segue Rebecca ovunque vada, sentendo la sua voce, ma anche dei pony, degli asinelli, del cagnolino cieco Lollino, dei conigli, del lama Tino, sottratto ai lupi che lo avrebbero sbranato, di un cincillà, di Bivory, cavallo bianco, ma anche dei micini, degli ultimi due cani dalmata salvati e di tutti gli altri novanta animali. Appuntamento in tv, dunque.